Bonsai

Le piante più pericolose e velenose della Russia

È difficile immaginare quanti misteri nascondono la terra russa, e quanti pericoli si presenta ancora più difficile. Sarà sulle piante più pericolose e velenose che crescono in Russia.

In effetti, il veleno delle piante, se raccolto su vasta scala, potrebbe in parte sostituire le armi chimiche e biologiche.. e in alcuni casi un'arma semplice. Ci sono storie in cui persone dedite usavano veleni vegetali per scopi anti-umani, egoistici, per esempio, eliminando il nemico.

Nell'antica Grecia, con l'aiuto del succo di cycuta (piante, che, a proposito, è abbastanza comune in Russia), sono state condotte le condanne a morte. Socrate, secondo le informazioni disponibili, è stato inviato al One World con l'aiuto del succo di cycuta, secondo altri dati - hemlock spotted. Entrambe le piante vivono in sicurezza in Russia.

Come dicono le leggende, prima, quando i nemici hanno conquistato i villaggi, sono fuggiti per salvare le loro vite, i russi hanno versato piante velenose nelle botti di vino, nelle cantine - belladonna, giusquiamo, ecc.

Molte erbe hanno proprietà curative, ma ci sono quelle che possono portare non solo alla guarigione, ma anche alla morte. Il paradosso è che quasi tutte le piante velenose sono utilizzate per la preparazione di medicinali insieme a quelle utili, solo le materie prime sono attentamente misurate.

Come si suol dire (le parole di Paracelso, il geniale dottore di tutti i tempi e di tutti i popoli): "Solo la dose rende la sostanza un veleno o una medicina".

Molto spesso, i succhi e le materie prime delle piante velenose sono usati per trattare il cuore, smettere di sanguinare, alleviare il dolore.

Come antidoti (naturalmente in avvelenamento leggero, e non quando una persona si contorce) hanno usato succo di patate (e anche succhi di verdure varie, bacche: acetosa, ribes, barbabietola, cetriolo, cavolo, mirtilli rossi), albume sbattuto con latte crudo, polvere da orchidee essiccate, radice di valeriana, radice di deviacela.

In totale, circa 10mila piante velenose sono conosciute nel mondo, molte crescono nei tropici e subtropici, ma sul suolo russo quasi sempre ci sono fiori e vegetazione che possono, a determinate condizioni, causare danni agli esseri umani. Solo non tutte le piante che mangiamo e prendiamo in mano - questo ci salva dalle conseguenze. Tuttavia, visitando la foresta, specialmente con i bambini, non dimenticare di quanto pericolo possa annidarsi tra l'erba, perché i bambini spesso soffrono di veleni vegetali.

Considera le piante velenose più comuni in Russia.

Le pietre miliari della fotografia sono velenose

Venom velenoso (o cicuta)

"Troppo velenoso (ortografia e pronuncia delle pietre miliari sono permesse) (lat. Cicúta virósa) è una pianta velenosa; specie del genere della famiglia Umbrella, comune in Europa.

Altri nomi: cycuta, prezzemolo di gatto, wyah, omega, omezhnik, rabbia dell'acqua, cicuta, mutnik, cane dyagil, gorigolova, pidocchio di maiale ".

La sostanza tossica attiva è cicutoxina. Quando assume il succo di cycuta in dosi non letali (fino a 100 grammi di rizoma), i sintomi dell'avvelenamento intestinale iniziano dopo pochi minuti, quindi la schiuma dalla bocca, l'andatura instabile e le vertigini. Quando si assumono dosi più elevate - convulsioni, che portano alla paralisi e alla morte.

Cicutu è facilmente confuso con piante più sicure - questo è il suo principale pericolo. Ha un sapore come il prezzemolo, lo svedese, il sedano, il dolce, il zuccherino, che, di nuovo, dà innocuità alla cicuta.

In Russia, si trova in natura quasi ovunque. Il tipo più comune di impianto, che è molto facile da confondere con un innocuo.

Nella foto hemlock

Hemlock macchiato

"La cicuta cruda (lat. Conīum maculātum) è una pianta erbacea biennale, una specie del genere Hemlock (Conium) appartenente alla famiglia degli ombrelli (Apiaceae).

In Russia, si trova quasi in tutta la parte europea, nel Caucaso, nella Siberia occidentale.

Le proprietà velenose sono determinate da alcaloidi conyin (il più velenoso), metilconiina, conhydrin, pseudoconhydrin, conicina. I frutti di Hemlock contengono fino al 2% di alcaloidi, fino allo 0,1% di foglie, fino allo 0,24% di fiori e fino al 2% di semi ".

Coniin è la sostanza più velenosa della cicuta, che, se assunta in grandi dosi, provoca prima eccitazione e quindi arresto respiratorio.

"I primi sintomi di avvelenamento sono nausea, sbavando, vertigini, disturbi della deglutizione, del linguaggio, sbiancamento della pelle. L'eccitazione iniziale è accompagnata da convulsioni e va in depressione del sistema nervoso centrale. Caratteristica è la paralisi ascendente, a partire dagli arti inferiori, accompagnata dalla perdita di sensibilità cutanea. Gli alunni sono dilatati, non reagiscono alla luce. L'aumento dell'asfissia può portare all'arresto respiratorio. A contatto con la pelle, il succo provoca dermatiti ".

L'antidoto è latte con una soluzione di permanganato di potassio - rosa. Per "morire" cicuta hai bisogno di mangiare molto - un paio di chilogrammi, ci sono noti casi di morte di bestiame affamato. Ma i veleni isolati da foglie e parti di una pianta possono essere mortali in un volume molto più piccolo.

Tuttavia, la cicuta è anche usata come pianta medicinale, è considerata quasi sacra per i guaritori tradizionali - sono curati per cancro, problemi cardiaci, ecc.

Esternamente, la campagna su hemlock, sul gambo ci sono punti, che è il motivo per cui è chiamato in modo appropriato.

La foto è un ranuncolo velenoso

Ranuncolo velenoso

"Ranuncolo velenoso (lat Ranunculus sceleratus) - erba singola o biennale; Una specie del genere Buttercup (Ranunculus) della famiglia Buttercup (Ranunculaceae). Molto velenoso. "

Le specie di ranuncolo sono molte, velenose, simili alle specie più sicure.

Sostanze tossiche attive: gamma-lattoni (ranunculina e protoanemonina), flavonoidi (kaempferol, quercetina, ecc.).

Ci sono stati casi di avvelenamento di animali, anche il latte velenoso di mucche che mangiavano ranuncoli.

Le persone vengono bruciate da parti della pianta sulla pelle danneggiata brucia, quando colpito sulle mucose - un dolore acuto, spasmi della laringe. Se ingerito in piccole dosi, si verifica una lesione emorragica del tratto gastrico. Con dosi più impressionanti e intossicazione costante con veleni - disturbi del cuore, danni ai reni, vasocostrizione.

Nella foto giusquiamo

giusquiamo

"Belen (lat. Hyoscýamus) è un genere di piante erbacee della famiglia delle Solanacee (Solanacee)".

Sostanze tossiche attive: atropina, iosciamina, scopolamina.

"I sintomi di avvelenamento (confusione, febbre, palpitazioni cardiache, secchezza delle fauci, visione offuscata, ecc.) Compaiono già 15-20 minuti".

Tutte le parti della pianta sono velenose.

Sulla foto c'è la belladonna

belladonna

Il nome di questo fiore velenoso deriva dalla formazione di due parole italiane "bella donna" (Bella Donna), perché gli italiani hanno seppellito la linfa della pianta negli occhi per dilatare le pupille e far brillare gli occhi.

In caso di avvelenamento lieve (che si manifesta in 10-20 minuti), iniziano la tachicardia, il delirio, l'agitazione, le pupille si espandono, la fotofobia. In avvelenamento grave, convulsioni, febbre, calo della pressione sanguigna, paralisi del centro respiratorio e insufficienza vascolare.

Nella foto un occhio di raven

Occhio di corvo a quattro foglie

"L'occhio nero a quattro foglie o occhio ordinario di Crow (latino Pāris quadrifōlia) è un tipo di piante erbacee del genere Occhio di corvo della famiglia Melantia (in precedenza questo genere era attribuito alla famiglia Lily). Pianta velenosa. "

La pianta è mortalmente velenosa. Spesso i bambini soffrono perché le bacche sono piuttosto belle e attraenti nell'aspetto.

"Le foglie agiscono sul sistema nervoso centrale, i frutti sul cuore, i rizomi provocano il vomito. Sintomi di avvelenamento: dolore addominale, diarrea, vomito, attacchi di vertigini, convulsioni, una violazione del cuore fino a quando non si ferma. L'uso di piante per scopi medici è proibito. "

Nella foto olio di ricino

Semi di ricino

"Lo scarabeo di ricino (Ricinus commúnis) è una pianta da giardino oleosa, medicinale e ornamentale". Utilizzato per decorare i parchi. Come dicono le fonti, le morti quando si usano parti di una pianta sono rare, ma l'olio di ricino è considerato una specie molto velenosa.

Sostanze tossiche attive ricina, ricina.

"Tutte le parti della pianta contengono proteine ​​riciniche e alcaloidi ricinici, che sono velenosi per l'uomo e gli animali (LD50 circa 500 μg). L'ingestione di semi di piante provoca enterite, vomito e coliche, sanguinamento dal tratto gastrointestinale, compromissione del bilancio idrico ed elettrolitico e morte in 5-7 giorni. Il danno alla salute è irreparabile, i sopravvissuti non possono ripristinare completamente la salute, il che è spiegato dalla capacità della ricina di distruggere irreversibilmente le proteine ​​nei tessuti umani. Anche l'inalazione di polvere di ricina colpisce i polmoni. "

È sorprendente che l'olio di ricino sia prodotto dall'olio di ricino, che è così popolare in medicina. Per neutralizzare il veleno, le materie prime vengono trattate con vapore caldo.

L'olio di ricino è considerato una delle piante più velenose del mondo.

Nella foto Chemeritsa Lobel

Chemeritsa Lobel

"Chemeritsa Lobelia, o Chemeritsa Lobeliyeva (lat. Verátrum lobeliánum) è una specie della famiglia Chemeritz della famiglia Melantia. Pianta medicinale, velenosa, insetticida ".

Contiene sostanze tossiche alcaloidi: yervin, rubiyervin, izorubiyervin, germina, germidin, protoveratrin.

"Chemerits è una pianta molto velenosa, le sue radici contengono 5-6 alcaloidi, di cui la protoveratrina più velenosa, che è in grado di sopprimere il sistema nervoso centrale, ha un effetto dannoso sul tratto gastrointestinale e sul sistema cardiovascolare".

Se una pianta viene consumata all'interno, inizia a bruciare la gola, compare un forte naso che cola, quindi agitazione psicomotoria, indebolimento dell'attività cardiaca, ipotensione, bradicardia, shock e morte (quando si consumano alte dosi di succo di radice), di solito la coscienza rimane fino alla morte - ad alte concentrazioni di veleno la morte può vieni tra un paio d'ore.

Nella foto droga

Datura ordinaria (puzzolente)

Sostanze tossiche: atropina, iosciamina, scopolamina.

"Sintomi di avvelenamento: agitazione motoria, pupille dilatate e affilate, arrossamento del viso e del collo, raucedine, sete, mal di testa. Successivamente, disturbi del linguaggio, coma, allucinazioni, paralisi ".

Sulla foto aconito

Aconito o lottatore

Una delle piante più velenose. Estremamente pericoloso anche se utilizzato esternamente.

Sostanze tossiche attive - aconitina, zongorin.

Il gusto sta bruciando, provoca immediatamente disturbi neurologici, tra cui tachicardia, tremore degli arti, pupille dilatate, mal di testa. Quindi convulsioni, annebbiamento della coscienza, delirio, disturbi respiratori, con incapacità di fornire assistenza - morte.

Wolfberry sulla foto

Wolfhead o Wolfberry

Per la morte, secondo le informazioni provenienti da fonti mediche, un adulto ha bisogno di consumare 15 bacche, un bambino 5. Provoca grave avvelenamento, se la persona non riesce a favorire la morte.

Sostanze tossiche attive: diterpenoidi: daftotossina, mesereina; cumarine - dapnine, daphne.

Nella foto Ledum

Ledum rosmarino

Sostanze velenose attive glazol, tsimolo, palustrolo, arbutina.

Influisce negativamente sul sistema nervoso centrale

"Sintomi: secchezza delle fauci, intorpidimento della lingua, disturbi del linguaggio, vertigini, nausea, vomito, debolezza generale, compromissione della coordinazione dei movimenti, annebbiamento della coscienza, polso aumentato o diminuito, convulsioni, agitazione, paralisi del sistema nervoso centrale dopo 30-120 minuti".

In piccole dosi, è usato come medicina per le malattie polmonari.

Colchicon d'autunno sulla foto

Croco autunnale

In alcune parti del fiore c'è un veleno mortale - la colchicina, che agisce come l'arsenico. Il processo di danneggiamento del corpo può richiedere diversi giorni e settimane. Anche a contatto con la pelle, il veleno provoca gravi ustioni.

Oleandro sulla foto

oleandro

In Russia, la pianta si trova principalmente forma di crescita decorativa in uffici, appartamenti. Bello, ma molto velenoso arbusto.

Veleni contenuti in parti della pianta - glicosidi cardiaci.

"Il succo di oleandro, assunto per via orale, provoca gravi coliche negli esseri umani e negli animali, vomito e diarrea, e quindi porta a gravi problemi nell'attività del cuore e del sistema nervoso centrale. I glicosidi cardiaci contenuti in esso possono causare l'arresto cardiaco. A causa della velenosità della pianta, non è consigliabile collocarlo nelle istituzioni per bambini. "

Sulla foto dieffenbachia

dieffenbachia

Pianta d'appartamento diffusa in Russia. Principalmente causa dermatite. Tuttavia, le morti sono anche conosciute quando si ingerisce la linfa delle piante.

Piante come Donnik, Tanaceto, Mughetto, Assenzio, Salvia sono meno tossiche di, per esempio, gli aconiti, ma in grandi dosi e con un uso costante possono causare danni irreversibili al corpo.

Ad esempio, il succo del mughetto colpisce il muscolo cardiaco, la salvia e l'assenzio contengono sostanze che possono causare psicosi, il tanaceto è molto tossico se assunto in grandi dosi. Il meliloto contiene veleno cumarina, dicoumarina, quando assunto in grandi dosi, previene la coagulazione del sangue e provoca sanguinamento.

Il Cerbero è coltivato in Russia ed è uno dei fiori più belli con un profumo di gelsomino. Vero, solo in una forma decorativa, sui davanzali delle finestre. Nei paesi caldi, questa pianta è chiamata "albero del suicidio": in alcune parti del fiore c'è un veleno estremamente pericoloso cerberina - il glicoside, che blocca la conduzione degli impulsi elettrici, viola il ritmo cardiaco. Anche il fumo di bruciare le foglie della pianta è pericoloso.

Nell'antichità, quando non esistevano pistole e tecnologie moderne, venivano usati i veleni naturali per eliminare i nemici con potenza e principali. Le punte delle frecce delle cipolle erano macchiate di succo di piante velenose, che garantivano la morte del nemico, e utilizzavano attivamente lo stesso aconito.

Le piante velenose in Russia crescono in realtà ovunque. Il loro pericolo non sta principalmente nel fatto che crescono ovunque - dopo tutto, la gente non li mangia in massa, ma nel fatto che sono simili agli altri, commestibili, e in quanto molti sono belli: quindi, sono semplicemente confusi con piante utili, pieno di

http://droplak.ru/?p=6414

Le 10 migliori piante più pericolose al mondo

È interessante notare che le piante più pericolose del mondo non sono necessariamente alcune piante esotiche tropicali che ci aspettiamo di vedere nel film della giungla amazzonica o in mondi perduti in Papua Nuova Guinea. Al contrario, la pianta che uccide la maggior parte delle persone in tutto il mondo può essere trovata in ogni secondo grande giardino fiorito, è coltivata su migliaia di piantagioni in tutto il mondo. Allo stesso modo, la pianta più velenosa al mondo che cresce nel Guinness dei primati sta crescendo in tutta la striscia meridionale della Russia e in Ucraina, spesso coltivata specificatamente come pianta ornamentale, e il suo frutto produce anche veleno (che, a proposito, alcuni personaggi famosi sono stati avvelenati). materia prima

E ricordiamo ancora una volta che le piante pericolose non sono necessariamente velenose. Per ferire e persino uccidere, non possono solo veleni. Guarda qui...

1. Un albero pungente (Dendrocnide moroidea)

Un albero pungente non è davvero un albero. Questo è un grande arbusto dell'ortica della famiglia.

Il parente tropicale della nostra ortica, un albero pungente, è molto più ardente e pericoloso.

Questa pianta cresce in Australia, nelle Molucche e in Indonesia ed è conosciuta dai nativi per le sue foglie pericolose per l'uomo. Quando la pelle entra in contatto con questa pianta, la vittima riceve una grave ustione. Al sito della bruciatura compaiono ampie bolle.

Le ustioni da un albero pungente guariscono per un tempo molto lungo e possono disturbare una vittima da diversi giorni a diversi mesi. C'è anche un caso noto di morte di una persona dopo il contatto con un albero di pungiglione.

Oltre agli esseri umani, vari animali soffrono di ustioni da questa pianta. Ci sono molti casi in cui i cani e persino i cavalli sono stati bruciati.

È interessante notare che alcuni animali, inclusi insetti e uccelli, non sono suscettibili alle ustioni degli alberi. Questo permette loro di mangiare le foglie e i frutti di esso.

2. Chicco di ricino

La ruota è una pianta medicinale e ornamentale che è comune nel clima caldo di entrambi gli emisferi. Spesso questa pianta può essere trovata qui, piantata in aiuole in grandi città o vicino a recinti in campagna.

Castore nel settore privato a Donetsk

È dal castorpot ordinario fare un rimedio ben noto per costipazione - olio di ricino. Ed è lei che è inclusa nel Guinness dei primati come la pianta più velenosa del mondo. I suoi semi contengono la tossina ricina, la capacità avvelenante è sei volte il ben noto cianuro di potassio.

Su una nota

Georgy Markov, giornalista e scrittore, è stato ucciso nel 1978 da Ricin, che è stato rivelato durante l'autopsia. Un estraneo per la strada, usando un ombrello speciale, spinse un giornalista in una capsula di muscolo di vitello con ricina, da cui George morì il giorno dopo, nonostante i tentativi dei medici di salvargli la vita.

Oltre alla ricina, l'olio di ricino contiene un altro veleno, la ricina.

La velenosità di questa pianta è così grande che solo dieci semi di semi di ricino saranno sufficienti per l'avvelenamento fatale di un adulto. Se la stessa ricina viene estratta dai semi, la sua dose letale si adatta alla punta del perno. Considerando che è relativamente facile procurarsi questa tossina, è spesso usato dai terroristi. Ad esempio, sulla base sconfitta di al-Qaeda è stato trovato un intero per la produzione di esso.

Questo numero di semi è sufficiente per uccidere un adulto.

Non sorprende che castor beetle occupi fiduciosamente le prime linee in molte classifiche delle 10 piante più pericolose del mondo.

3. Mancinella

Una mancinella o albero della mancinella è una delle piante più velenose della terra.

Essendo un rappresentante della famiglia euforbia, questa pianta in tutte le sue parti contiene succo di latte lattiginoso che brucia. Inoltre, tutti i suoi frutti hanno un aspetto e un profumo molto appetitosi e la sensazione di bruciore in bocca non appare immediatamente, il che ha portato ripetutamente all'avvelenamento di persone.

Quindi, ci sono diversi casi in cui i marinai sopravvissuti alla morte sull'acqua incontrarono questa pianta sulla terra e, prendendola come commestibile, furono mangiati. L'avvelenamento non era sempre fatale (il succo ardente non permetteva di mangiare molto), ma erano noti anche casi mortali.

I frutti di mancinella sembrano piuttosto appetitosi e non sorprende che per la prima volta una persona in una foresta tropicale li assapori volentieri.

Il succo di questa pianta è pericoloso non solo se assunta per via orale: si forma sulla pelle, provoca gravi ustioni e quando viene a contatto con gli occhi - forte dolore e talvolta cecità.

Dove cresce la mancinella, cerca di non pascolare il bestiame. Distruggere una pianta con asce e seghe senza protezione della pelle e degli occhi è difficile a causa del suo succo di latte. Anche il legno che brucia può causare malessere se il fumo penetra negli occhi.

4. Beladonna

Beladonna - piante erbacee velenose della famiglia delle solanacee. A proposito, molti membri di questa famiglia sono noti per la loro virulenza.

L'atropina, che fa parte della belladonna, anche a piccole dosi, può causare una persona molto eccitata, passando per attacchi di follia e violenza.

Molto spesso, le persone sono avvelenate dalle bacche di questa pianta, che, nonostante la loro velenosità, hanno un gusto molto buono.

È interessante

Solo di recente, la triste storia del vegano Igor, che ha mangiato le bacche belladonna sulla strada per Ai-Petri, ha tuonato su Internet. A Igor piaceva il sapore delle bacche, in relazione alle quali le considerava sicure (una delle idee sbagliate comuni è considerare tutte le piante saporite da essere commestibili) e mangiava in grandi quantità. I medici non potevano salvare Igor.

Beladonna può essere trovato in quasi tutta la zona temperata, e dopo aver assaggiato le bacche, non ti rifiuterà immediatamente il piacere di mangiare di più...

Quando l'avvelenamento si verifica secchezza e bruciore in bocca, le palpitazioni diventano più frequenti. A volte l'avvelenamento è accompagnato da delusioni e allucinazioni. Con un grave avvelenamento, è possibile la paralisi del centro respiratorio, che porta alla morte.

5. L'occhio di Crow

Questa pianta della famiglia del melanthium è una delle più velenose al mondo.

E se in alcune piante solo alcune delle loro parti sono velenose, l'occhio del corvo è completamente velenoso: il rizoma provoca nausea e vomito, le foglie agiscono sul sistema nervoso centrale, i frutti hanno un effetto negativo sul cuore.

Più spesso, questa pianta è avvelenata dai bambini, mangiando i suoi frutti - piccole bacche nere lucide fino a 1 cm di diametro. In realtà, questa pianta ha preso il nome da un tipo caratteristico di bacche, "seduto" indipendentemente su un campo erboso.

L'occhio di Crow è una pianta ben riconosciuta, quindi le sue bacche sono mangiate principalmente da bambini che non sanno nulla della sua velenosità.

In caso di avvelenamento, vomito e diarrea, si osservano vertigini e convulsioni, ma l'arresto cardiaco è il più grande pericolo.

L'uso dell'occhio coronato è vietato per scopi medici, che è un'altra prova della sua virulenza.

6. Hogweed Sosnovsky

Questa è forse una delle piante più famose nelle distese dell'ex Unione Sovietica. La triste gloria di Hogweed Sosnowski è associata a bruciature che rimangono sul corpo umano dopo il contatto con lui.

È degno di nota il fatto che di per sé il succo della bruciatura di hogweed non se ne va. Ma aumenta anche significativamente la sensibilità della pelle allo spettro ultravioletto e visibile della radiazione solare. Quindi, anche una breve esposizione al sole dopo il contatto con la pianta porta a terribili ustioni non cicatrizzanti, le cui cicatrici possono rimanere sul corpo per più di un anno.

Oltre al pericolo per gli esseri umani, il Hogweed Sosnovsky è anche un'erbaccia maligna, che è molto difficile da combattere.

Le ustioni gravi che coprono più dell'80% della pelle possono essere fatali.

Tra le altre cose, il succo di Hogweed Sosnowski contiene sostanze che causano un effetto mutageno. Non sorprende che nelle piante pericolose TOP-5 della Russia il panace abbia sempre una delle prime linee.

7. Hemlock macchiato

Molte specie della famiglia degli ombrelli, tra cui la cicuta, sono pericolose per gli esseri umani a causa della loro tossicità. Quindi ai parenti di cicuta si riferisce cycuta, che è più ampiamente usato per la pena di morte nell'antica Grecia. La cicuta macchiata non è solo una delle più pericolose in questa famiglia: questa pianta è una delle più velenose al mondo.

La composizione del tessuto hemlock include un numero di alcaloidi. Il più velenoso tra loro è la carne di cavallo, che ha un effetto neuropalolitico.

In caso di avvelenamento con una cicuta, la vittima aumenta la salivazione, si può verificare un disturbo visivo, vertigini, vomito e diarrea. Tuttavia, il pericolo per la vita è la cosiddetta paralisi ascendente: i piedi vengono portati via e perdono la sensibilità, quindi la paralisi gradualmente "sale" fino a raggiungere il diaframma e provoca soffocamento.

Su una nota

Secondo gli ultimi dati, il famoso filosofo greco antico Socrate fu avvelenato da una cicuta maculata. Tra i ricercatori ci sono costantemente dispute su questo, per molto tempo si è creduto che Socrates abbia preso il veleno di cycuta. Oggi c'è sempre più evidenza che la cicuta era il veleno "ufficiale" nell'antica Grecia e fu con il suo aiuto che il filosofo fu giustiziato.

In posti dove la cicuta è molto, una lunga permanenza vicino ai suoi boschetti può causare mal di testa solo dal polline dei fiori.

Ci sono casi in cui le persone sono state avvelenate dalla cicuta, confondendola con altre piante. Ad esempio, alcuni hanno mangiato la radice di cicuta, credendo che si tratti di radice di rafano, altri hanno confuso foglie di cicuta con foglie di prezzemolo. Ci sono anche casi in cui i semi di cicuta sono stati scambiati per errore semi di anice. Questo, a proposito, è anche degno di nota per la cicuta e altre piante pericolose appartenenti alla famiglia degli ombrelli: non hanno affatto un'impressione insolita e la gente non si aspetta che un "erba" così semplice possa rappresentare una minaccia per la vita. Questo è il tradimento della cicuta e dei suoi parenti.

8. Toxicodendron è soffice, è anche soum di corno di cervo.

Questo piccolo arbusto poco più alto di un umano non appartiene alle piante velenose, come tali. La sua principale carta vincente - urushiol - tossina oleosa contenuta in questa pianta e causa di gravi allergie. Anche un leggero tocco a un tossicodendro può essere sufficiente per una forte reazione allergica.

A causa della bella vegetazione, il sommacco viene spesso coltivato come pianta ornamentale e, se non vengono mangiati, non è pericoloso.

Tuttavia, la dermatite non è il pericolo principale: in alcuni casi, una reazione allergica si sviluppa così rapidamente da provocare uno shock anafilattico, seguito da perdita di coscienza e soffocamento. Inoltre, se non si fornisce assistenza medica, la morte può verificarsi in pochi minuti.

9. Strychnos velenoso

Strychnos - liana dal Sud America. La sua fama era dovuta al veleno (curaro) contenuto nelle radici e nei gambi della pianta. È questo veleno che, quando vanno a caccia, gli indiani locali ingrassano le loro punte di freccia, e la stessa liana ha gareggiato in questo rispetto con le famose rane, le cui ghiandole emettono una tossina ancora più forte, la batratotossina.

Il curaro contiene due alcaloidi tossici - stricnina e brucina. Ognuno di questi veleni causa sintomi diversi, ma alla fine porta a un risultato: la morte.

Si ritiene che la morte di veleni contenuti in stricnosi sia una delle più terribili e dolorose.

La stricnina appartiene alla prima classe di rischio (sostanze molto tossiche) ed è quasi due volte più tossica del cianuro di potassio nella sua tossicità. Quando entra nel corpo, provoca forti crampi in tutto il corpo e paralisi respiratoria, portando alla morte.

La brucina è leggermente meno tossica della stricnina. Una volta nel corpo della vittima, provoca crampi muscolari, che vengono intensificati quando esposti al suono e alla luce. Inoltre, questo alcaloide aumenta la frequenza cardiaca con conseguente arresto cardiaco.

10. Tabacco

D'accordo, sarebbe ingiusto non menzionarlo. Sì, non uccide immediatamente. Sì, le sue foglie, insieme alla nicotina, contengono l'alcaloide ankabasin, che può portare all'avvelenamento mangiando le foglie, ma non è così tossico come i componenti delle piante sopra elencate. Ma è il fumo delle statistiche che porta alla morte di oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo. Nessun altro, anche la pianta più velenosa e mortale può eguagliarla nella sua abilità "dannosa". Forse anche tutte le altre piante velenose, prese insieme, non raggiungono il tabacco nel numero di persone uccise. E allo stesso tempo, il tabacco è un campione nelle aree di coltivazione tra tutte le altre piante coltivate che non sono utilizzate per il cibo. C'è una grande dose di assurdità in questo: le persone spendono enormi risorse per coltivare una pianta che li uccide...

È interessante notare che il tabacco è spesso coltivato come un ornamentale. In questa incarnazione, è completamente al sicuro se non mangia o fuma.

Piantagioni di tabacco, dove le persone coltivano piante assassine...

È importante ricordare che la maggior parte delle piante è pericolosa solo quando le persone inconsapevolmente o scioccamente vengono avvelenate o ferite da se stesse - mangiando bacche e frutti non familiari, spingendo le larghe foglie di pastinaca di mucca, strappando le foglie di cicuta invece del prezzemolo. Pertanto, sempre prima di trovarti nella natura, anche in un'area familiare, scopri quali piante pericolose possono essere trovate qui, con che cosa sono pericolose e cosa non puoi assolutamente fare con loro. Forse questo salverà la tua vita o la vita dei tuoi figli...

http://vijivaka.com/opasnosti/opasnye-rasteniya/samye-opasnye-rasteniya-v-mire.html

25 piante più pericolose che possono davvero ferirti

Ci sono un sacco di flora e persino carino nel mondo. Ma fai attenzione a ciò che puoi toccare o gustare - molte piante hanno del veleno che può uccidere in poche ore, riferisce Publi. Davanti a te - le piante più pericolose del mondo, che dovrebbero essere evitate per la loro sicurezza.

# 1 Wyoh

Conosciuta per i suoi meravigliosi ombrellini, è la specie di piante più velenosa del Nord America. Anche una goccia di una tossina chiamata "cicutoxin" può uccidere un grande animale o una persona. Questa sostanza colpisce il sistema nervoso, causando convulsioni e paralisi.

# 2 Preghiera di preghiera

Questa pianta ha molti nomi, ma ha il suo principale perché le sue bacche rosse sono spesso usate per fare rosari cattolici. Al bacchette brillanti, bellissimi fiori di diverse sfumature di rosso e rosa. Anche una bacca di questa pianta può causare la morte di un adulto.

# 3 Oleandro

Nerium (un altro nome per l'oleandro) è un arbusto tropicale sempreverde con colori vibranti e belli. L'oleandro è popolare tra i giardinieri di tutto il mondo per la sua mancanza di pretese. Ma dovresti sapere: qualsiasi parte di questa pianta è molto velenosa.

# 4 Belladonna

La patria di questa bacca velenosa è la foresta decidua dell'Eurasia. Può essere distinto da un brillante frutto nero lucido e foglie verde pallido. In tutte le parti della belladonna contengono due tipi di veleno: atropina e scopolamina. Entrambe le tossine causano spasmi muscolari e spesso portano ad arresto cardiaco. Anche il contatto con le foglie può provocare ustioni chimiche.

# 5 Rhododendron

Questo fiore è un simbolo del Nepal. Originariamente era distribuito solo in Asia, ma ora ha abitato in quasi tutti i continenti (ad eccezione dell'Antartide, ovviamente). Il rododendro appartiene all'erica. Si distingue per i bellissimi fiori, disposti in mazzi. Il tronco, i fiori, le foglie e le radici contengono una lista impressionante di sostanze velenose, ognuna delle quali è dannosa separatamente, e in combinazione è estremamente pericolosa per le persone e gli animali domestici.

# 6 Ageratina più alta

Questa pianta è un parente dell'aster comune. Cresce in America centrale e settentrionale. Il suo succo contiene una sostanza tossica, dromol. Provoca avvelenamento, allucinazioni, spasmi muscolari e persino la morte. Si ritiene che la madre di Abramo Lincoln morì a causa delle ageratine.

# 7 Manchineel Tree

La patria di questa pianta altamente tossica sono i tropici di entrambe le Americhe. Anche il fumo del fuoco, che ha gettato legno fresco dall'albero di Manzello, può causare cecità temporanea. I guerrieri hanno usato questo per demoralizzare gli avversari. Ma la parte più velenosa di questo albero è il suo frutto. Assomigliano a mele di media grandezza e in lingua messicana il suo nome suona come "mela della morte".

# 8 Hogweed

Forse la pianta velenosa più famosa della Russia centrale. In precedenza, hogweed cresceva solo in Asia, ma ora puoi trovare interi campi di questa pianta in tutta Europa. Il succo di Hogweed contiene furocoumarina, che può causare ustioni chimiche, completa cecità e morte.

# 9 Autunno croco

Lui è un croco. Popolare tra i giardinieri, ma non tutti sanno che il croco è velenoso e contiene colchicina, simile in azione all'arsenico. Anche una piccola quantità di tossina provoca nausea, diarrea e una forte sensazione di bruciore nella mucosa. L'intossicazione grave causa il fallimento degli organi interni e la morte.

# 10 Cerberus Adullam

Viene anche chiamato "albero del suicidio" perché ha più morti di qualsiasi altro rappresentante del regno della flora. Il Cerbero cresce nelle foreste tropicali dell'India. Secondo i dati ufficiali, più di 150 persone muoiono ogni anno a causa dell'avvelenamento dei frutti del Cerberus. Tuttavia, questa pianta è adatta per uccidere deliberatamente, poiché il suo veleno è altamente tossico e il sapore può essere facilmente interrotto dalle spezie.

# 11 Mughetto

La maggior parte della primavera delle piante velenose è ampiamente conosciuta in Europa, Asia e Nord America. Può essere trovato su quasi qualsiasi parte della vecchia generazione. Il mughetto è senza pretese, estetico e profumato. Ma contiene veleno che può fermare il cuore.

12 Olio di ricino

Questa pianta è popolare tra i giardinieri di tutto il mondo, ma i suoi tropici sono considerati la sua città natale. La parte più velenosa della pianta è il frutto che contiene ricina. Secondo il Guinness Book of Records, la ricina è il veleno vegetale più potente del mondo.

# 13 Un albero pungente

Se in Australia o in Oceania incontri una pianta che sembra una bardana innocua, non provare a prenderla. L'albero pungente è ricoperto di aghi, che contengono la neurotossina più forte che provoca istantaneamente dolore. A causa sua, molti cani e altri animali domestici sono morti.

Lottatore # 14

L'aconito è simile nell'aspetto al lupino ed è noto per i suoi colori brillanti di viola intenso. Cresce in tutto il mondo, ma i prati delle alture dell'Europa e dell'Asia sono considerati la loro patria. Radici estremamente velenose e semi di aconito. Come con la maggior parte dei veleni, piccole dosi sono utilizzate nei farmaci. In particolare - per stimolanti dei muscoli cardiaci.

# 15 Brugmansia

Questo arbusto sempreverde vive nelle Ande e può raggiungere i sei metri di altezza. La pianta è velenosa dalla radice alla frutta. Tuttavia, i brasiliani fumano foglie di brugmancia essiccate, che hanno un forte effetto narcotico per comunicare con gli spiriti e, stranamente, per il trattamento dell'asma (non ci sono prove scientifiche per questo).

# 16 Tabacco

Forse il tipo più comune di piante velenose consumate dall'uomo. Contiene nicotina e un sacco di tossine, sui pericoli di cui tutti sanno.

# 17 Dieffenbachia

La patria Dieffenbachia è l'America centrale. Viene spesso coltivata come pianta d'appartamento, ma non tutti i coltivatori dilettanti sanno che Dieffenbachia ha foglie estremamente velenose. Si ritiene che una parte del veleno paralizzi le corde vocali, la seconda immobilizza l'intero corpo e la terza causa la morte.

# 18 Bacca di tasso

Questo prezioso albero non è solo un bel materiale per l'arredamento e la decorazione d'interni, ma ha anche un potente veleno (non solo nelle bacche, ma i semi non sono meno velenosi). Il polline è anche tossico, che può causare spasmi polmonari, asfissia, eruzioni cutanee. Distribuito in tutta l'Eurasia.

# 19 Narciso

Conosciuta fin dall'antichità, questo fiore può essere trovato in ogni giardino. Tutte le piante di questa specie contengono il likorin velenoso (soprattutto un sacco nel bulbo). Non tutti conoscono le proprietà tossiche di questo bellissimo fiore, ma il narciso è stato a lungo utilizzato dalle persone per il suicidio (la probabilità di avere avvelenamento grave, vomito e diarrea è molto più alta di una dose critica di licoro).

# 20 Voronets Tolnostozhkovy

A casa, in America del Nord, questa pianta è anche chiamata "pupazzo" a causa delle bacche bianche con una coda nera. Il veleno di Voronts provoca il rilassamento dei muscoli cardiaci, bruciature delle membrane mucose, allucinazioni e vuoti di memoria. L'avvelenamento grave in assenza di cure mediche porta inevitabilmente alla morte.

# 21 Delphinium

Conosciuto anche come Dilphinium, questo genere comprende più di 300 specie che sono ampiamente distribuite in tutto l'emisfero settentrionale. E 'facilmente coltivabile, ha colori belli e vividi, ma contiene un numero di tossine, il cui uso causa gravi avvelenamenti e può portare alla morte.

# 22 Broomstick

Questo arbusto della famiglia delle leguminose ha un forte veleno, noto ai popoli europei da molto tempo. Se usato, è possibile fermare il cuore o respirare. Gli alcoloidi contenuti nel succo di ginestra influenzano in modo particolare i bambini, le donne incinte e gli anziani.

# 23 Digitalis

Campione del numero di sintomi di avvelenamento: febbre, iperventilazione polmonare, allucinazioni, nausea, diarrea, debolezza, naso che cola, articolazioni dolenti. E questo nonostante il fatto che la digitale sia una pianta popolare per il giardino e la coltivazione decorativa a causa delle infiorescenze incredibilmente belle. Un altro nome di foxglove (in Occidente) è campane morte.

# 24 Datura ordinaria

Datura è un membro della famiglia delle Solanacee. Non c'è da stupirsi che il nome della pianta sia sinonimo di veleno. Contiene scopolamina e altre tossine, quindi il rischio di diventare una vittima della droga è estremamente alto (specialmente tra le persone che non hanno familiarità con i sintomi dell'avvelenamento).

# 25 Cassia Tubular

Questo arbusto può raggiungere un'altezza di sette metri. Puoi riconoscerlo da una cascata incredibilmente bella di fiori profumati. Tutte le parti della pianta sono velenose, ma sono i baccelli che portano il pericolo, poiché i bambini potrebbero erroneamente prenderli per i piselli, dai quali praticamente non differiscono. Negli ultimi anni, 7 morti di avvelenamento da cassia sono stati registrati solo in Inghilterra.

Le piante velenose stanno diventando sempre più vicine all'umanità, migrando dalla giungla sorda all'appartamento. Tuttavia, questo non significa che abbiano perso il loro potere mortale. Quindi ricorda: questa bellezza è davvero mortale.

http://lunalife.ru/25-opasnyh-rastenij/

Le piante più velenose del pianeta

Queste piante possono avere un aroma meraviglioso, i fiori possono essere incredibili in bellezza e i frutti - dolci e piacevoli al gusto. Tuttavia, tutta questa bellezza e le fragranze nascondono il pericolo mortale che alcune piante portano con sé. Esternamente completamente innocui, attirano l'attenzione di una persona (in particolare bambini e animali) e, di conseguenza, il contatto con loro può finire in lacrime - dall'irritazione della pelle e delle mucose a disturbi irreversibili di alcuni organi e persino alla morte. Facciamo una revisione generale di queste piante bifronte e consideriamo i rischi che esse pongono.

Ageratina Altissima (Ageratina Altissima)

L'ageratina, o radice di serpente bianca, contiene una tossina chiamata tremotolo, che, una volta nel corpo umano, porta a convulsioni, vomito e gravi disturbi intestinali.

Spesso mucche, cavalli, capre e pecore sono avvelenati da questa pianta. Sintomi di avvelenamento in questi animali - indifferenza, attraversamento costante delle zampe posteriori o collocamento in direzioni diverse, abbondanti sbavando, respiro irregolare.

Una persona che mangia la carne di un animale avvelenato, o addirittura beve il latte di una mucca che ha mangiato l'Ageratin, può sviluppare tutti i sintomi dell'avvelenamento e persino diventare fatale. All'inizio del XIX secolo, questa malattia era chiamata "malattia del latte" e il suo tasso di mortalità era molto alto a causa della mancanza di comprensione delle cause della sua insorgenza.

Acocanter velenoso (Asosanthera venenata)

Acocanter è un arbusto di circa 2 m di altezza Habitat - foreste pluviali tropicali dell'Africa orientale e meridionale.

Gli aborigeni locali usavano il succo velenoso della pianta, spalmando punte di freccia. Se una tale freccia colpisce una persona, potrebbe morire entro un minuto.

I suoi fiori odorano piacevolmente e le bacche hanno un sapore dolce, che attira i bambini. Tutte le parti della pianta sono molto velenose, specialmente il succo lattiginoso viscoso secreto dall'acaro. Contiene tossina ouabaina. Può causare allergie, irritazione degli occhi delle mucose, della pelle e degli organi respiratori.

Aconito (Aconitum napellus)

L'aconito, o combattente di Klobuchkov, è la pianta più velenosa in Europa. Non è usato in medicina, perché anche il più piccolo dosaggio non è sicuro. Anche la raccolta delle radici e delle foglie di aconito può causare avvelenamento mortale a causa degli alcaloidi in essi contenuti, che penetrano nella pelle delle mani. Solo pochi grammi di questa pianta in forma secca o fresca possono essere una dose letale per l'uomo.

Sarà utile leggere:

Il veleno di aconito, colpendo la pelle, provoca bruciore, intorpidimento e poi, penetrando nel sangue - allucinazioni, grave agitazione, vertigini e vomito. Un'ora dopo aver usato questa pianta, la frequenza cardiaca potrebbe essere così sconvolta che una persona sviene e muore.

Belladonna (Atropa belladonna)

Belladonna (nano comune) - un arbusto perenne che raggiunge 1-2 metri di altezza. La belladonna più comune si trova nel territorio di Krasnodar in Russia e in Crimea.

Viene anche definito Death Blight a causa delle sue proprietà velenose. Il nome Belladonna, o "Bella Signora", è stato donato alla pianta dagli italiani, perché nel Medioevo molte donne, per dilatare le pupille e rendere l'aspetto più attraente, massaggiavano il palato della bella donna nelle palpebre.

I fiori e le bacche della belladonna sono bellissimi e hanno sempre attratto bambini e animali. Ma questa bellezza è ingannevole a causa della loro velenosità. L'ingestione porta a allucinazioni, vertigini, possibile paralisi dell'apparato respiratorio, portando alla morte.

Vyokh velenoso (Cicuta virosa)

Una pietra miliare (cycuta) è un'erba perenne che cresce nelle paludi del continente eurasiatico. Il rizoma ha la forma di un ravanello e l'odore delle carote emana dall'erba stessa. In tutte le parti della pianta contiene una tossina speciale - cicutoxina, è lui che inibisce il sistema nervoso centrale e l'attività motoria. Quando ingerito all'interno di qualsiasi parte della cicuta inizia vertigini, vomito, forti dolori e crampi. Possono verificarsi paralisi e morte.

Dieffenbachia (Dieffenbachia)

Un'altra pianta velenosa, abbastanza comune, anche a casa. Tuttavia, molte persone non sanno che questo grazioso cespuglio di Dieffenbachia può essere molto pericoloso, specialmente per i bambini e gli animali. Ad esempio, un gatto che ha morso una foglia di questa pianta molto probabilmente non sarà in grado di respirare a causa del forte gonfiore della laringe causato dal veleno di dieffenbachia.

Se la linfa lattiginosa velenosa della pianta viene a contatto con la pelle, allora una forte irritazione apparirà sul sito di contatto, e se entra negli occhi, la cecità è possibile.

In passato, i piantatori americani in Sud America spesso davano a schiavi colpevoli un gambo di dieffenbachia, lo costrinsero a mordere, il che portò a gonfiore della laringe e della lingua, e quindi una persona non poteva parlare per molto tempo. A causa di questa caratteristica, le piante schiave chiamavano la "dieffenbachia" "bastone stupido".

Datura ordinaria (Datura stramonium)

In russo, la pianta ha molti nomi: divderevo, erba stupida, mele spinose, cocklebar. I daturat sono diffusi in tutti i tropici e subtropici, ci sono diverse specie nelle latitudini temperate. Una caratteristica interessante è che queste piante, anche delle stesse specie, si differenziano tra loro per il grado di concentrazione delle sostanze tossiche. Quindi, la droga che è cresciuta nel sud sarà sempre più velenosa della sua controparte, che è cresciuta nelle regioni settentrionali con terreni meno fertili.

Un altro tipo interessante di Datura - Indian Datura (Datura innoxia)

Piante della patria - Centro e Sud America, da lì è stato portato dall'uomo e catturato in Africa, Asia, Australia ed Europa.

Se interrompi qualche parte di questa droga, sentirai un odore molto sgradevole, come l'olio sporco. Ma i suoi fiori, che sbocciano di notte, sono piacevolmente fragranti.

Sulle isole dei Caraibi, la datura era ampiamente usata nella magia. Era chiamata "herbe aux sorciers" - erba degli stregoni e "concombre-zombi" - zombie cetriolo. Con l'aiuto di una droga, gli aborigeni tentarono di influenzare la psiche di persone che regolarmente infrangevano la legge e le trasformavano in zombi. Hanno perso tutti i riflessi, la persona è caduta in uno stato vicino a un coma, la sua mente si è annebbiata e questo stato potrebbe durare per anni.

Sarà utile leggere:

Castor bean (Ricinus communis)

Il castorpot è considerato il più velenoso di tutte le piante da seme. La forma dei semi di questa pianta oleifera e medicinale assomiglia a un segno di spunta, da qui il suo nome, dalla parola latina ricinus - tick. Abbastanza diffuso in climi temperati. Viene coltivato principalmente per i semi, dai quali, mediante spremitura a freddo, vengono eliminate sostanze tossiche ricche e ricinine, durante il metabolismo di cui si forma l'acido cianidrico.

L'olio di ricino (o olio di ricina), l'olio che ne deriva, viene usato in medicina come lassativo.

Tuttavia, in una forma non trasformata, i semi di semi di ricino sono mortali. Tre semi della pianta provocano violenti vomiti e coliche. Il ricevimento di sei semi porta alla morte nei bambini e in venti - in adulti.

Non esiste un antidoto per la ricina, ad es. se una dose sufficiente di ricina è già entrata nel flusso sanguigno, non è possibile salvare la vittima. Anche se la dose di veleno non è letale, i cambiamenti patologici causati dalla ricina rimarranno.

Canadian Lunosemannik (Menispermum canadense)

Il suo nome deriva dalla forma del seme, che assomiglia alla falce della luna. Questo è un vitigno molto stabile, su cui piccoli frutti arrotondati viola-neri sono legati in autunno. È il consumo di queste bacche attraenti che possono causare gravi avvelenamenti, dal momento che tutte le parti del Lunosemyanika sono velenose, e specialmente la sua parte sotterranea.

Conseguenze di avvelenamento - spasmi, intossicazione generale del corpo, abbassamento della pressione sanguigna, vomito grave, nei casi gravi - insufficienza cardiovascolare.

Oleandro (Nerium)

Grande arbusto sempreverde, soprattutto l'amore per piantare l'oleandro a Yalta.

Le belle foglie e il legno di oleandro contengono un glicoside cardiaco che può migliorare il lavoro di un muscolo cardiaco indebolito a piccole dosi. Tuttavia, dovrebbe essere usato solo sotto la supervisione di un medico. Tutte le parti della pianta sono velenose e una dose eccessiva di glucoside può causare palpitazioni cardiache e persino arresto cardiaco.

Se si respira a lungo il piacevole aroma dei fiori di oleandro, possono iniziare forti mal di testa e vertigini. Pertanto, non è consigliabile tenerlo in piccole aree chiuse, e ancora di più in camera da letto o asilo nido.

Se usato in parti di piante (steli, foglie, fiori, frutti) di oleandro, possono verificarsi gravi dolori addominali, vomito, frustrazione, allucinazioni visive, ritmi cardiaci anormali e arresto respiratorio. E se prendi il legno di oleandro come combustibile o bevi il tè preparato dalle sue foglie, allora, nella maggior parte dei casi, questo causerà la morte prematura. La linfa di una pianta catturata in una ferita aperta provoca grave irritazione. Si consiglia di toccare l'oleandro solo con i guanti, perché anche sulla pelle sana può causare irritazioni e bruciature, dopo il contatto è necessario lavarsi accuratamente le mani.

http://dachanaladoni.ru/dachnaya-klumba/eti-udivitelnye-rasteniya/samye-yadovitye-rasteniya-na-planete.html

10 piante più velenose che è meglio non avvicinarsi

La flora del nostro pianeta è estremamente diversificata. La botanica moderna conta 298 mila specie vegetali, solo 215 mila sono state studiate. La gente cominciò a studiare il mondo vegetale fin dall'antichità: coltivava e sviluppava nuove varietà per il consumo umano, usava erbe medicinali per vari disturbi.

Non tutti i rappresentanti della fauna sono utili e innocui. Sulla Terra, un enorme numero di piante velenose contenenti sostanze che avvelenano il corpo umano. I veleni presenti nelle piante sono chiamati fitotossine, il pericolo dipende dalla loro quantità. Le specie velenose sono più comuni nelle latitudini meridionali - striscia tropicale e subtropicale.

Considera i dieci più pericolosi di loro.

1. Topping the list is mancinella - questo è un albero della famiglia dell'euphorbia.

Cresce in Nord America e nelle isole dei Caraibi. L'albero di Mancinello a causa della sua velenosità cadde nel Guinness dei primati.

Nell'aspetto di questa pericolosa euforbia non c'è nulla di speciale: un tronco sottile, foglie ovali lucide. L'albero ha piccoli frutti verdi che sembrano mandarini. Hanno un odore fragrante e un sapore dolce. Dopo un po 'di tempo, dopo aver mangiato il frutto per il cibo umano, appaiono amarezza e bruciore nella bocca. Succo di latte velenoso provoca gonfiore della laringe e delle vie respiratorie, che è fatale.

Tutti i tentativi di sterminare questa specie non sono stati coronati da successo. Ciò è dovuto al fatto che tutte le parti della pianta sono velenose: dal succo sulla pelle ci sono terribili ustioni; il fumo emesso durante la combustione porta alla totale cecità.

Allo stato attuale, ogni albero di mancinella ha una targa rossa che segnala il pericolo, nonostante ciò i casi di avvelenamento sono ancora registrati.

2. L'aconito di Jungar è comune negli altipiani dell'Asia. Un'erba perenne della famiglia ranuncolo.

Il suo aspetto è un gambo alto con foglie a forma di cuore arrotondate verde scuro su lunghi piccioli. Le proprietà tossiche sono dovute al contenuto in tutte le parti dell'aconite, una sostanza che ha un effetto paralizzante convulsivo. Il più alto contenuto di acido aconitico nel rizoma e noduli.

Il contatto con il succo di aconito sulla pelle provoca prurito e anestesia. I sintomi di avvelenamento sono formicolio degli arti, bruciore in bocca, vertigini, brividi, mal di testa, crampi al viso e agli arti.

Non esiste un antidoto contro il veleno di aconito. La dose letale è 2 mg.

3. Pot di ricino;

La patria del ricino è l'Africa. Questa specie culturale è derivata nell'antichità. I semi di ricino furono trovati nelle tombe dei faraoni.

Una pianta perenne è un arbusto con grandi foglie che si espandono su folti tronchi marroni.

Tutte le parti di olio di ricino contengono ricinina - una sostanza molto tossica che può distruggere irreversibilmente le proteine ​​nei tessuti umani. Quasi tutti i casi di avvelenamento finiscono nella morte e i sopravvissuti all'avvelenamento ricevono un danno irreversibile alla salute.

I segni caratteristici di avvelenamento includono: coliche, vomito, sanguinamento dal tratto gastrointestinale; La morte di 5-7 giorni si verifica

L'olio di ricino viene coltivato su scala industriale, principalmente per la produzione di semi, dai quali l'olio di ricino viene estratto mediante pressatura.

4. Curare (stricno velenoso) - una grande vite, cresce in Sud America.

È un albero germogliato con foglie oblunghe e frequenti steli floreali di colore verde.

Il curiano avvelenato era usato dagli indiani per la caccia, erano macchiati di punte di freccia. Animali che hanno colpito la freccia, perso la mobilità e sono morti rapidamente.

I gambi e le radici della pianta contengono una sostanza - la stricnina, che causa la paralisi dei muscoli e la respirazione. Quando ingerito attraverso il tratto gastrointestinale, la stricnina è biologicamente inattiva, avvelena il corpo solo quando entra nel sangue.

In caso di avvelenamento, si osservano convulsioni e soffocamento. Da una piccola dose di una persona può essere salvato con la respirazione artificiale, in quanto il veleno decade rapidamente ed è espulso dai reni.

5. L'oleandro è un arbusto fiorito della famiglia Kurt.

Il più delle volte si trova nelle latitudini subtropicali, è usato come pianta ornamentale nella progettazione del paesaggio e viene coltivato come un fiore interno.

L'arbusto è costituito da un fusto e foglie sottili e strette, ha grandi e luminose infiorescenze, di solito di colore bianco o rosa.

La tossicità dell'oleandro è dovuta al contenuto di glicosidi cardiaci in tutte le sue parti, che, se liberate nel sangue, portano all'arresto cardiaco. Il veleno della pianta quando mangiato causa coliche, diarrea, vomito e porta a gravi disturbi nell'attività del sistema nervoso centrale.

Se tratti con cura questo bell'uomo, decorerà bene il giardino o il davanzale della dimora. I fiori di oleandro hanno un profumo dolce. Molte persone credono che estrae e trattiene le tossine, in tal modo purificando l'ambiente.

6. La pietra miliare velenosa (cycuta) è una pianta perenne della famiglia degli ombrelli.

Ampiamente distribuito in Europa.

La pietra miliare è piuttosto grande, costituita da un gambo cavo e foglie piumate. Infiorescenze bianco latte formano ombrelli e odori di carote.

L'insidiosità della cicuta è di gusto. Il suo rizoma ricorda il gusto di ravanello o svedese. La radice della pianta contiene un'enorme quantità di tossina, di cui 200 grammi sono sufficienti per uccidere una mucca.

In caso di avvelenamento con una pietra miliare velenosa, vertigini, nausea, convulsioni e convulsioni, si osserva una paralisi che può portare alla morte.

Per molto tempo si è creduto che l'antico filosofo greco Socrate fosse avvelenato con succo di cicuta, ma in seguito gli scienziati hanno negato questa opinione.

7. Il settimo posto nella lista è occupato immediatamente da due piante della famiglia della belladonna - datura e giusquiamo, può essere trovato in qualsiasi continente.

Ampiamente distribuito in Europa, Siberia e Giappone.

Questi sono annuali erbosi con bellissime campane, un giusquiamo ha un colore giallo sporco, e una droga è prevalentemente bianca.

Entrambe le specie sono molto velenose, specialmente nei semi è presente molta tossina. La datura e il giusquiamo sono allucinogeni, gli alcaloidi in essi contenuti colpiscono il sistema nervoso. In caso di avvelenamento, una persona non è in grado di distinguere la fantasia dalla realtà, si osserva uno strano comportamento, nei casi gravi di coma. La condizione dolorosa dura fino a diversi giorni, dopo i quali i casi di amnesia sono frequenti.

La datura viene coltivata nelle città come aspetto decorativo. I bambini che sono attratti dai baccelli di questa pianta sono più suscettibili all'avvelenamento.

8. L'occhio di Crow è una pianta erbacea perenne che cresce nelle foreste ombrose dell'Europa centrale.

È una radice corta fino a 30 cm. Con due o quattro paia di foglie a forma di cuneo. La parte superiore della pianta termina con un singolo fiore. In agosto il frutto matura - la bacca sotto forma di una palla nera di circa 1 cm di diametro.

Tutte le parti della pianta contengono alcaloidi e glicosidi. I sintomi di avvelenamento con l'occhio di un corvo includono: nausea, vertigini, dolore addominale, insufficienza respiratoria, paralisi, arresto cardiaco.

Nonostante la sua tossicità, la pianta è usata nella medicina tradizionale per trattare le zecche nervose, la tubercolosi e i dolori nevralgici.

9. L'Aspen è una pianta erbacea perenne. Habitat copre l'intera Europa, regioni temperate dell'Asia.

Questa pianta perenne ha foglie verdi non appaiate, simili alle foglie di cenere. I fiori sono grandi, di colore lilla. Quando si sfrega il frutto trasuda l'aroma del limone.

Non è noto alla scienza quali sostanze tossiche trasudano gli Yasenet, ma non dovrebbe essere toccato in tempo soleggiato. Le parti più pericolose sono i fiori. Quando gli yasenet toccano, la persona non avverte alcun disagio, e dopo un giorno appare un'ustione sulla pelle, si formano delle vesciche, che dopo un po 'scoppiano, lasciando sul posto ulcere dolorose. Il danno a grandi aree della pelle è in pericolo di vita.

Il calcare è usato in floricoltura. In caso di tempo nuvoloso, è completamente sicuro.

10. Chiude la top ten hogweed - un'erba grande due anni della famiglia ombrello.

La patria è considerata l'America del Nord. JV Stalin contribuì alla diffusione di questa pianta in Russia, avendo appreso che in America era usata come coltura da foraggio, ordinò che il panace hogw fosse nutrito per nutrire le mucche. Successivamente, le proprietà velenose della specie vennero alla luce, ma non fu possibile sradicare la pianta dannosa, l'erba sostituì rapidamente le erbe locali.

Il succo di Hogweed contiene una sostanza che fa diventare la pelle più sensibile alle radiazioni ultraviolette. Sotto il sole, l'area interessata è coperta di vesciche, che si trasformano in punti oscuri e non passano per altri 3-6 mesi. La linfa negli occhi causa la cecità.

In Europa, è stata sviluppata una serie di misure per lo sterminio completo di questa specie.

La natura ha programmato rappresentanti della fauna per produrre tossine per proteggersi dai parassiti. Va notato che molte fitotossine, pericolose per l'uomo, non hanno alcun effetto sugli animali.

La maggior parte delle piante velenose sono riconosciute come medicinali e vengono utilizzate in dosi terapeutiche per la produzione di farmaci.

http://fine-days.ru/nature/10-samyx-yadovityx-rastenij-k-kotorym-luchshe-ne-podxodit

Pubblicazioni Di Fiori Perenni