Cactus

Lampade adatte per la coltivazione di piante a casa

COLORE AQUA-FARM DELLA LUCE E LA SUA INFLUENZA SULLE PIANTE

La luce solare è una fonte di energia, l'anidride carbonica (anidride carbonica CO2) dell'aria è una fonte di carbonio - il principale materiale da costruzione, e l'acqua è una fonte di ossigeno che entra nella sua composizione a livello molecolare. E tutte queste tre forze vitali sono unite dal processo di fotosintesi, durante il quale avviene la formazione di sostanze organiche (carboidrati) a causa dell'energia luminosa con la partecipazione del pigmento fotosintetico - clorofilla. Clorofilla (dal greco "Verde" e "foglio") - pigmento verde, che causa il colore delle piante in verde.

Nel pomeriggio, nella luce, l'acqua viene divisa in ossigeno e idrogeno e l'energia viene immagazzinata. Di notte, al buio, l'anidride carbonica si combina a causa dell'energia immagazzinata con l'idrogeno e si formano le molecole di carboidrati, cioè la pianta cresce!

In che modo la composizione spettrale della luce solare o di altra luce influisce sulla fotosintesi e, di conseguenza, sulla crescita delle piante?
Guarda lo spettro che la clorofilla usa, cosa vediamo?

Sebbene il massimo dello spettro continuo di radiazione solare si trovi nella regione "verde" di 550 nm (dove si trova la massima sensibilità dei nostri occhi), la maggior parte della luce blu e rossa proveniente dallo spettro solare viene assorbita dalla clorofilla, cioè 440-470 nm e 630-670 nm.

Hai mai pensato perché quasi tutte le piante hanno il colore verde? No? Spieghiamo un po '- il colore degli oggetti che il nostro occhio vede è la parte riflessa del flusso luminoso (luce). Colore nero negli oggetti che assorbono completamente la radiazione luminosa. Il bianco, al contrario, disperde completamente la luce diretta contro di loro. Verdi - riflettono la parte verde di questo stesso flusso luminoso, blu - la parte blu e così via. Quindi, la verde perdmety riflette la componente verde della luce! Eccolo! Ecco perché le nostre piante si rifiutano di usare questa parte dello spettro! La clorofilla contenuta nella maggior parte delle foglie e responsabile del processo più importante nella pianta è verde, cioè riflette completamente il colore verde!

Ora guarda lo spettro dei colori emesso da una normale lampada a incandescenza.

Come potete vedere, la radiazione massima è al di fuori della zona rossa, nella regione della radiazione infrarossa (calore). Quindi è - le lampade ad incandescenza sono molto calde. Per questo motivo, possono bruciare le foglie o semplicemente asciugarle! Inoltre, il flusso luminoso di una lampada di questo tipo è indecentemente basso e non sufficiente per la crescita normale della pianta. Questo tipo di lampada ha il più piccolo coefficiente di utilità in termini di intensità luminosa per watt di potenza

Diamo un'occhiata alle tipiche lampade fluorescenti, le cosiddette lampade fluorescenti. Qui puoi anche includere un nuovo tipo di lampade: risparmio energetico, poiché in sostanza sono anche lampade fluorescenti.

Hanno il flusso luminoso dello spettro richiesto (non abbiamo bisogno di quello verde) spostato verso la componente blu dello spettro. Il blu è sicuramente buono per la germinazione! Il rosso è ridotto in questa lampada.
Il flusso luminoso di questa lampada è molto più alto delle lampade ad incandescenza, ma continueremo a esplorare le possibilità.

Lampade a scarica. Fino a poco tempo fa, occupavano la posizione migliore in termini di prezzo del flusso luminoso. Avevano il più potente flusso luminoso per watt del loro potere, ma secondo lo spettro non sono molto utili per la crescita delle piante. Inoltre, queste lampade, come le lampade ad incandescenza, si surriscaldano, con tutte le conseguenze che ne conseguono. Inoltre, di tutti i tipi di lampade, sono i più pericolosi per incendi, per non parlare del loro peso (per i sistemi di cottura convenzionali si tratta di circa 10 kg, per quelli elettronici è significativamente meno)!

E così, con lo sviluppo dei cristalli LED, un'occasione unica è sembrata cambiare la situazione. L'efficacia delle lampade a LED è indiscutibile. Studiamo la teoria. Hanno il rapporto massimo tra l'emissione luminosa e il consumo energetico. Inoltre, ci sono diodi che emettono non solo il bianco, cioè uno spettro completo, ma solo alcune aree di esso - verde, giallo, blu, rosso. Eccolo! Blu e rosso: sono necessari per la crescita attiva della pianta! È la loro giusta combinazione e la potenza richiesta che fornirà alla pianta il flusso luminoso desiderato. Tuttavia, c'è anche un meno - il loro costo, che è diverse volte superiore al solito "lum".

Allo stesso tempo, nota che i nostri occhi sono i meno sensibili a questi colori dello spettro. Ecco perché per noi, impercettibilmente, la caduta della potenza della luce della lampada fluorescente. Ci sembra che brilli come le luci prima, ma in realtà brilla già a metà forza, consumando la stessa quantità di energia di prima! Puoi notare questo effetto solo se accendi una nuova lampada accanto ad essa.

Sorprendentemente, ci sono quelli che emettono le parti dello spettro di cui le piante hanno bisogno!
Tra le altre cose, la durata teorica dei diodi è di 10 anni! Certo, loro, così come le lampade luminescenti, perdono alcune delle loro proprietà a causa della potenza della radiazione, ma per i diodi questa caratteristica è più lineare ed estesa nel tempo. La perdita di luce è solo del 10% circa all'anno di funzionamento.

    Quindi, per riassumere, i LED specializzati ad alta luminosità sono:
  • risparmio energetico: resa luminosa massima per watt consumato
  • radiazione di una parte ristretta dello spettro (blu e rosso) molto necessaria alle piante
  • bassa degradazione del flusso luminoso - molte volte inferiore rispetto alle lampade fluorescenti, cioè, la vita utile è 10 volte più lunga!
  • sicurezza - i diodi sono rispettosi dell'ambiente
  • risparmi finanziari incondizionati - basso consumo energetico + nessuna necessità di sostituire periodicamente le lampade

LED per piante in crescita e piantine.

L'articolo sopra è stato scritto più di 2 anni fa, durante il quale molto è cambiato. C'è stata un'esperienza di utilizzo dei sistemi LED in condizioni reali e è giunto il momento di aggiungere il nostro articolo. Molti dei nostri clienti chiedono: perché abbiamo rifiutato questi LED "buoni"? Per non spiegare a tutti abbiamo deciso di pubblicare questo materiale. L'uso (anche parziale) è consentito solo dopo essersi accordati con noi e aver impostato un link a questo articolo.

Negli ultimi 3 anni abbiamo realizzato non solo design, design e lavori sperimentali, ma realizzato anche veri e propri progetti industriali. Quanto abbiamo speso su di loro la forza e le risorse: lasciamo dietro le quinte.

Presentiamo solo l'essenza alla quale sono venuti. O meglio, alcuni dei materiali accumulati. Le foto parleranno da sole. Giudica ulteriormente solo te!

I test sono stati effettuati con gli stessi sistemi di coltivazione idroponica della nostra produzione, quindi non vi è alcun dubbio sulla loro efficacia, dal momento che lo hanno già confermato più di una volta.

Poiché la fragola è una pianta molto sensibile alla quantità di luce - la prima di questo confronto, guardala.

A sinistra - fragole coltivate a LED.

Cerchiamo di spiegare ciò che vediamo nelle fotografie e su cosa dovremmo prestare particolare attenzione.

Gli intervalli di ripresa sono all'incirca uguali e sono 12 giorni. Diodi a emissione luminosa con una potenza totale di 30 W e un angolo di 120 gradi sono uno spettro misto negli intervalli di 470-630, un ESB è 30 W, una cartuccia E14, non indicheremo lo spettro :).

Quindi, la prima cosa da notare è la dimensione del piatto foglia. Dal momento che le fragole con un sistema di radici più sviluppato sono sotto i LED (e questo gli conferisce bonus aggiuntivi nella velocità di raccolta della massa vegetativa), il criterio principale può essere solo la velocità di incremento del piatto fogliare e del cespuglio nel suo insieme.

Fragole cresciute sotto la lampada a LED - un aumento totale del piatto fogliare, in media del 90-100%, in fragole coltivate sotto l'ESB - un aumento con intervalli dal 200% al 250%! Poiché le lampade ESB sono state scelte in modo più ottimale, cioè con una porzione ridotta dello spettro blu, che è tradizionale per tali lampade, non osserviamo l'inibizione nella crescita del picciolo fogliare.

Al contrario, la fragola che cresce sotto le lampade a LED mostra una leggera inibizione del peduncolo, che è causata da un set di LED - 2/1. Come potete vedere, anche la foto della fragola sotto l'ESB doveva essere ridotta in modo da adattarla al telaio.

risultato:
I LED sono buoni, questo è incondizionato, ma manca il flusso luminoso. Anche un diodo a spettro stretto da 10 watt - solo 320 lumen! A ESB con la stessa potenza - 950 lumen! Prezzi base: lampada ESB - 60 rubli, LED - 300 rubli. + alimentazione obbligatoria, e questo è un altro 200 rubli. Anche a condizione che ESB perda la sua efficacia più velocemente del LED - il risultato è ovvio!

A costo di operazione si scopre un'assoluta parità! 3 * 10 = 30 W, cioè 3 * 500 = 1500 p. per l'illuminazione a diodi e 2 * 15 = 30 W, cioè 2 * 60 = 120 rubli, con la producibilità attuale queste lampade funzionano normalmente a pieno carico per quasi un anno, cioè, anche per 10 anni di funzionamento, è possibile acquistarne altre 20 per i restanti soldi 30 tali lampade.

Se aggiungiamo qui il necessario sistema di dissipazione del calore, i diodi da 10 W emettono molto calore, quindi a un costo stanno chiaramente perdendo!

Guardiamo le seguenti foto.

A sinistra - pomodori che crescono sotto i LED.
A destra - sotto il nostro ESB selezionato, che ora vengono forniti con l'installazione.

Analizziamo questa immagine. Gli intervalli di ripresa sono all'incirca uguali e sono 12 giorni. Diodi a emissione luminosa con una potenza totale di 18 W (ogni 3 W) e un angolo di 120 gradi sono a spettro misto negli intervalli di 470-660, ESB - 46 W (2 * 23 W), cartuccia E27, lo spettro - non indicheremo :).

Qui il sistema LED è stato migliorato: sono stati utilizzati diodi meno potenti, poiché era necessario ridurre il costo dell'alimentazione e del sistema di raffreddamento. Il calo totale della generazione di calore è quasi del 70%, con un calo di potenza totale di solo il 40%! L'ESB è stato anche ridotto in termini di costi a causa dell'uso di lampade più comuni :)

Quindi, a causa della ridotta potenza, lo stelo fu allungato dal pomodoro, rispetto alle piantine che crescevano sotto l'ESB. Il tasso di crescita della massa verde non può essere determinato con precisione qui (dato che non abbiamo effettuato misurazioni con un righello), esso può essere giudicato solo dalla condizione generale delle piantine future.

Nella foto a destra vediamo un potente germoglio con uno stelo estremamente denso per questo stadio - per le piantine, questo è molto buono e significa solo una cosa - abbiamo molta illuminazione, la nostra pianta è abbastanza piena, che ci permette di sviluppare nella giusta direzione!

Il sistema a LED, sebbene abbia subito un calo di quasi 600 rubli, lascia molto a desiderare. I suoi parametri si sono deteriorati. Le buone piantine sotto di essa non possono crescere - non abbastanza flusso luminoso. Sì, lo spettro è corretto e molto necessario, ma la sua quantità non è sufficiente!

Conclusione generale:
C'erano un numero di test comparativi, persino testati su piante d'acquario. Abbiamo ottenuto risultati molto interessanti che costituiscono la base dei nostri sistemi ibridi, ai quali ci impegneremo!

Test acquario - illuminazione a LED (20 W).

Acquario reale - illuminazione a LED (26 W).

La nostra opinione: un sistema puramente LED non è adatto per l'uso nelle piante in crescita. Per l'acquario si adatta di più, ma non è abbastanza. In ogni caso, è oggi - 2012 - a perdere le lampade fluorescenti nella sua forma più pura. È abbastanza possibile nel sistema ibrido, troverà comunque la sua implementazione, ma questo è di nuovo test, test e applicazione reale. E non le "promesse" dei produttori di diodi e le loro caratteristiche teoriche, ma questo è denaro, e non piccolo.

Ahimè, l'era dei diodi per noi non è ancora arrivata. E la pratica, come sempre, era un po 'diversa dalla teoria.

Ci sono così tante opinioni diverse che circolano sul tema della scelta di quello giusto per la coltivazione delle piante. Ciò è in parte dovuto al recente arrivo in questo settore di un nuovo tipo di sorgente luminosa: LED o diodi ad emissione luminosa (LED). Ora, con la loro apparizione, più di mezza dozzina di diverse tecnologie di illuminazione stanno combattendo ferocemente per la nostra attenzione, approvazione e, ovviamente, il portafoglio.

Che tipo di luce hanno bisogno le piante?

La luce migliore per le piante è il sole. All'improvviso, giusto? Ma non hanno fatto tutto il lungo cammino dell'evoluzione.

Scegliendo l'illuminazione per le piante, dobbiamo ricordare: hanno bisogno di tutta l'energia della luce solare, e non solo dello spettro di emissione visibile.

In particolare, questo significa che le piante sono molto appassionate dell'ultravioletto, a differenza delle persone normali che cercano di evitarlo - la radiazione ultravioletta non è molto buona per la pelle e gli occhi. I produttori di lampade, ovviamente, ne tengono conto e cercano di rendere i loro prodotti il ​​più sicuri possibile per l'uso domestico. Di conseguenza, nella luce artificiale di quelle lampade che comprate per il vostro amato, la parte molto necessaria della radiazione è praticamente assente.

Le piante dovrebbero anche ricevere più luce all'altra estremità dello spettro visibile, e anche un po 'oltre. Il fatto è che usano queste parti dello spettro per scopi diversi.

La luce blu e l'ultravioletto (luce fredda) sono necessari per la crescita delle piante: compatta e spessa. I germogli che avvertono una mancanza di radiazioni in questa parte dello spettro si ottengono alti e sottili. Sembra che stiano cercando di scappare dall'ombra della volta della foresta per ottenere un po 'del buon vecchio ultravioletto.

Arancione, rosso e infrarosso, ovvero luce calda, sono necessari per la fioritura. Se le tue piante interne non fioriscono come vorresti, prova a dare loro più luce da questa gamma.

Perché sta succedendo questo? Ricorda che tipo di luce del Sole accade in primavera, quando i primi germogli si fanno strada, e in piena estate, quando le piante fioriscono e producono semi.

Cosa non piacciono alle piante?

Le piante non hanno bisogno di troppo calore. Probabilmente hai bruciato più di una volta per non aver avuto il tempo di raffreddare la lampadina. Le fonti di luce sono molto calde e questo può danneggiare gravemente la pianta. Ovviamente, riceverà più energia, essendo più vicino alla lampada, ma più probabilmente brucerà fuori che crescere in qualcosa di utile. Pertanto, utilizzando fonti di luce che producono molto calore, non dimenticare il raffreddamento. A volte basta una semplice ventola per alimentare l'aria tra la pianta e la lampada.

Anche per le piante non è necessaria l'illuminazione per ventiquattr'ore su ventiquattro: la maggior parte di loro ti sarà grata per almeno sei-otto ore trascorse in completa oscurità ogni giorno. Se non vuoi essere una bambinaia per loro - compra un timer.

Dov'è il timer ?! Parla, dov'è? Non lo daresti ad un uomo dalla folla!

Quindi quali lampade sono adatte all'illuminazione degli impianti?

Lampada ad incandescenza Rigorosamente no. Troppo calore, poca luce e nessuna radiazione ultravioletta. Inoltre, scarsa emissione di luce e breve durata di servizio influenzeranno negativamente le condizioni del vostro portafoglio. Dimentica le lampadine a incandescenza per sempre.

Lampadine a incandescenza a spettro completo. Sì, anche questi sono stati trovati. La loro luce è più gradita alle piante, ma il resto degli inconvenienti delle normali lampadine a incandescenza non sono scomparsi. Sì, e sono significativamente più costosi. In generale, è anche un pessimo investimento.

Lampade fluorescenti compatte. Cioè, il solito cosiddetto risparmio energetico? No, il loro spettro non è molto naturale nemmeno per gli umani, e ancora di più per le piante. Inoltre, la grandezza del loro flusso luminoso lascia molto a desiderare.

Le lampade fluorescenti compatte a spettro completo sono più adatte alla coltivazione. Ma, prima, avrai bisogno di almeno due di loro: con una temperatura di incandescenza fredda per il periodo di crescita delle tue piante e con una calda - per la loro fioritura. In secondo luogo, le lampade devono essere abbastanza potenti (50 - 100 watt di onesto consumo di energia), e quindi - non così compatte e risparmio energetico, meno durature e piuttosto costose.

Le lampade fluorescenti standard (lampade fluorescenti) possono benissimo accontentare le piante a causa della proporzione tangibile della radiazione ultravioletta emessa, ma lo spostamento della luce verso l'area blu può influire negativamente sulla fioritura.

Le lampade fluorescenti di tutto lo spettro sono molto più adatte per le piante, ma comunque ti consigliamo di controllare quanta luce producono nel rosso e nell'infrarosso.

Per tali lampade ci sono lampade speciali con un riflettore che può essere appeso sopra le piante, formando lunghe linee continue di illuminazione sopra i letti. Ma questa opzione è più adatta per coloro che hanno un mercato di vendita consolidato o hanno un gruppo di amici che non possono vivere un giorno senza aneto o prezzemolo.

LED. Mosca convenzionale: troppo poca radiazione ai bordi dello spettro.

Lampade speciali a LED per l'illuminazione degli impianti: una tecnologia avanzata, non ancora ben studiata. Ma sembra molto allettante. Per due ragioni. Innanzitutto, gli scienziati continuano a lavorare per migliorare lo spettro emesso dai LED e dichiarare l'eventuale applicabilità dei LED a svolgere qualsiasi compito utilizzando gli additivi corretti per il fosforo. In secondo luogo, i LED sono compatti e, quindi, facili da installare o modificare la configurazione di illuminazione. D'altra parte, tali soluzioni non sono economiche. La creazione di una serie di LED per illuminare le piante può colpire in modo significativo il tuo portafoglio.

Se il denaro non è un problema per te, allora i professionisti del giardinaggio indoor consigliano:

  • Lampade a ioduri metallici (MGL), con una forte propensione verso le parti fredde e ultraviolette dello spettro, dando luce per una crescita delle piante compatta e densa.
  • Lampade al sodio ad alta pressione (DNaT, DNaZ), che emettono molta luce rossa visibile e una piccola quantità di luce da altre parti dello spettro, per stimolare la fioritura delle piante.

Vale la pena considerare che queste lampade producono molto calore, quindi l'uso di lampade e dispositivi speciali per la rimozione di aria calda è vitale per i vostri animali verdi.

Ci sono anche lampade combinate o ibride, che utilizzano entrambi i tipi di lampade: ioduri metallici e DNT. Questa è un'ottima soluzione per coloro che non amano preoccuparsi di ricollegare e riconfigurare l'illuminazione nelle diverse fasi della crescita delle piante.

Qui, forse, questo è tutto. Che tipo di lampada per la coltivazione di piante in casa è giusto per te? Dipende dai tuoi bisogni, dalle varietà di piante preferite e dal budget.

Le piante d'appartamento hanno bisogno di luce sufficiente, senza la quale non possono crescere correttamente. Per organizzare la corretta illuminazione, è necessario utilizzare luci speciali a LED. Ma sfortunatamente, non so tutto.

Una lampada a diodi è il modo più efficace per fornire lo spettro di colori richiesto per le piante fotografate. Il più delle volte è usato per, in serre, acquari, giardini interni e per piante da interno.

Le luci a LED sono diventate la migliore alternativa all'illuminazione naturale, poiché sono economiche e hanno una lunga durata.

Come scegliere l'illuminazione artificiale

L'illuminazione insufficiente contribuisce a rallentare lo sviluppo naturale della pianta.

Il gambo del fiore diventa più sottile, il passo tra le foglie aumenta e le foglie che appaiono non raggiungono la dimensione normale (pelargonium). Le foglie, che si trovano sul terreno, diventano lente, ingialliscono e cadono (piante di gomma ed edera).

Il colore della pianta mostra che manca di luce: si attenua, le foglie colorate diventano più verdi per la fotosintesi. I fiori in vaso, che hanno gettato i boccioli, non sono in grado di sviluppare un fiore a tutti gli effetti. Sono piccoli e svaniscono rapidamente.

Con un'illuminazione eccessiva, le piante subiscono anche stress, anche se sono ben irrigate. Molto spesso, il fiore interno sembra pigro e le sue foglie ai bordi iniziano a diventare gialle. Se non riduci il flusso di luce diretto verso di lui, poi col tempo si asciuga.

La migliore soluzione a questo problema è l'illuminazione a LED (spesso utilizzata). Può prendere in considerazione vari fattori sui quali dipende la coltivazione di piante foto-coltivate, oltre a:

  1. Fornisce il processo di fotosintesi.
  2. Fornisce un'esposizione ottimale alla luce.

Oggi sul mercato è disponibile un'ampia gamma di lampade a LED per impianti.

Per illuminare una piccola serra domestica utilizzare lampade simili

L'impianto ottimale di saturazione della luce riceve in presenza di luce solare, che è una luce bianca. Include tutti i colori spettrali che possono essere visti. Le lampade a LED sono in grado di creare luce bianca, che è così necessaria per la corretta fioritura delle colture leggere.

Un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta ai colori che amano la luce. Per loro è necessario:

  1. L'intensità dell'illuminazione - 140-220 W / m2.
  2. Saturazione spettrale: verde - 490-600 nm; colore rosso - 600-700 nm; blu - 380-490 nm.

Oltre alle esigenze biologiche di base, dovrebbero essere soddisfatte le condizioni di saturazione della luce di varie culture leggere. I principali requisiti per l'impianto sono:

  • regime termico;
  • durata delle ore diurne;
  • la presenza di luce artificiale;
  • spettro luminoso.

Phytolamp a spettro completo LED

Caratteristiche delle lampade a LED

L'altezza della luce sospesa gioca un ruolo importante in quanta luce riceverà la pianta. Con la giusta posizione della lampada a LED, è possibile creare condizioni naturali per la crescita e la fioritura delle colture leggere della casa.

Per il processo completo della fotosintesi, è necessario che la lunghezza d'onda sia compresa tra 400-700 nm - PAR-band.

Di particolare importanza nell'illuminazione è la gamma del colore spettrale, che è necessario per la fotosintesi. Sulla base di questo indicatore, è determinato dal numero di lampade, la loro altezza sopra i fiori. Quando si utilizza il fluorescente per ottenere emissioni a spettro completo è quasi impossibile

Vale la pena considerare che ci sono onde che non partecipano alla fotosintesi. Possono provocare un rapido invecchiamento, la comparsa di germogli e crescita eccessivi. Queste onde includono la luce infrarossa e l'ultravioletto. Pertanto, non è raccomandato l'uso per le piante in crescita.

Le onde più importanti che aiutano a crescere correttamente i fiori indoor sono blu e
rosso.

La lampada a diodi non è riscaldata e ha la proprietà di distribuire uniformemente il colore blu e rosso. Può emettere un colore viola-blu e rosso-arancio. Ciò consente alla pianta di svilupparsi intensamente dal lato fitobiologico.

La potenza dell'illuminazione a LED è calcolata in watt per m2. Per determinare il numero di lampade prendere in considerazione:

  • area di illuminazione;
  • altezza della lampada;
  • tipo di photoculture.

L'alimentazione luminosa può essere: periodica, in cicli, costante.

Il modulo diodi originale per evidenziare le giovani piante

La moderna lampada a LED consente di posizionare le piante da interno ovunque nell'appartamento

Come scegliere l'opzione migliore

Per i colori degli interni è necessario utilizzare le seguenti modalità di illuminazione:

  • 1000-3000 lux - per crescere in una stanza buia, lontano dalla finestra;
  • 3000 - 4000 Lux - per chi ha bisogno di un flusso di luce diffuso;
  • 4000 - 6000 lux - per chi ha bisogno di illuminazione diretta;
  • 6000 - 12 000 lux - per specie esotiche fruttifere.

Bellissimi fiori: la chiave per confortare la tua casa

È possibile trovare informazioni dettagliate sulle proprietà e le regole per la scelta di fitolamp per piantine.

I LED rossi sono necessari per le piante quando danno i loro frutti o fioriscono. Ci sono due onde LED rosse: debolmente assorbibili e distanti. Promuove la formazione del gruppo clorofilla A. Le lampade a diodi utilizzano più lampade rosse rispetto al bianco o al blu.

Produttori LED

I produttori russi provati e affidabili sono:

  1. Agilent Technologies è un'azienda che produce lampade LED di alta qualità da anni. Il produttore dà una garanzia sulla lampada per almeno 10 anni e produce lampade con diverse combinazioni di lampade.
  2. Optek Technology è un produttore di fascia alta. Nel mercato globale ha saldamente preso il suo posto nella produzione di illuminazione a LED. Produce varie lampade di eccellente qualità.
  3. Edison è un produttore famoso che non è inferiore ai suoi concorrenti. Realizza lampade a LED specializzate di una vasta gamma di utilizzo: in medicina, cosmetologia e anche per la coltivazione di giardini anteriori.
  4. Philips Lumileds - per molti anni, questa azienda ha conquistato la fiducia di molti acquirenti. Produce le migliori lampade per l'illuminazione a LED. Fornisce una lunga garanzia su tutti i prodotti.
  5. Toshiba è un'azienda che produce con successo varie configurazioni e tipi di lampade a LED. La qualità delle merci al più alto livello europeo.

Esperienza applicativa

  1. Yaroslav, 26 anni. San Pietroburgo. "Ho installato una lampada con due file di LED: lampade rosse e blu. Era soddisfatto del risultato: le piante sono diventate più forti e più fruttuose. Raccomando tali lampade per le lightculture. "
  2. Svetlana, 42 anni. Nizhny Novgorod "Sono impegnato nella coltivazione di piante foto-coltivate. Appositamente installata una lampada con il produttore di lampade blu e rosse Artleds. Nel giro di pochi giorni, ho notato che i fiori avevano acquisito un colore più succoso, gli steli sono diventati più forti e le foglie hanno smesso di ingiallire intorno ai bordi. "
  3. Irina, 22 anni. Mosca "Specialmente impegnata nella coltivazione di fiori in vendita. Per una maggiore efficienza, ho installato lampade a LED che aiutano i fiori a essere sempre in condizioni eccellenti. Consiglio a tutti i fioristi di non risparmiare sulla giusta illuminazione. "
  4. Andrey, 34 anni, Tyumen "L'uso di lampade a LED non è il primo anno. All'inizio era scettico, ma per la sua esperienza era convinto dell'efficacia di tale copertura. La cosa principale è posizionare correttamente la lampada e innaffiare i fiori in modo tempestivo. "

un buon modo per avere un effetto benefico sulla crescita e sulla fioritura delle piante da interno in inverno, così come nelle stanze in cui la luce non penetra bene.

Di grande importanza nei giochi di luce: lo spettro, l'altezza della sospensione e la modalità di illuminazione delle piante.

Se si desidera che i fiori da interno siano sani e belli, è necessario tenere conto dei parametri di luce e della necessità di determinati tipi di piante nell'illuminazione artificiale a LED.

video

Questo video ti parlerà dei vantaggi e degli svantaggi dell'illuminazione a LED per le piante.

I LED principali e più efficienti per le piante sono blu e rosso con lunghezze d'onda di 660 nm e 455 nm
Perché sono?
Vediamo lo spettro di assorbimento della luce delle piante:
">

La clorofilla è verde (assorbe il blu e il rosso).
Caroteni - giallo, arancione, rosso (assorbe il blu).
Allo stesso tempo, i diversi pigmenti assorbono in modo diverso, e ciò che non assorbono, riflettono, ed è questo che causa il colore della pianta stessa.

Gli scienziati hanno dimostrato che la fonte di energia per la fotosintesi sono principalmente i raggi rossi dello spettro, come indicato dallo spettro di attività dei processi fotobiologici, dove la banda di assorbimento più intensa è osservata nel rosso e meno intensa nella parte blu-viola.
Perché la pianta è verde foglia? Perché la sua superficie riflette, e quindi non assorbe, luce verde. Questa proprietà è spiegata dalla presenza di clorofilla nella foglia verde del pigmento. A assorbe la luce clorofilla (e quindi l'energia) dalle regioni rosse (660 nm) e blu (445 nm) dello spettro della luce diurna.
La componente giallo-verde della luce del giorno è praticamente inutile, c'è un tuffo nel grafico, per la crescita e la vita della pianta hai bisogno di luce rossa e blu.

La fotomorfogenesi è il processo che si verifica in una pianta sotto l'influenza della luce di diversa composizione e intensità spettrale. In questi processi, la luce non agisce come fonte primaria di energia, ma come segnale significa regolare la crescita e lo sviluppo del seme. Risulta, oltre alla clorofilla, in ogni pianta c'è un altro grande pigmento: il fitocromo. Il pigmento è una proteina che è selettivamente sensibile a una parte specifica dello spettro della luce bianca.

La particolarità del fitocromo è che può assumere due forme con proprietà diverse, sotto l'influenza della luce rossa 660 nm e del rosso lontano 730 nm, ha la capacità di trasformare le foto. Inoltre, l'illuminazione alternata a breve termine dell'una o dell'altra luce rossa è analoga alla manipolazione di qualsiasi interruttore avente la posizione "ON-OFF", vale a dire. sempre il risultato dell'ultimo impatto. Ma qui devi anche cercare informazioni o sperimentare te stesso.
A proposito dei periodi di illuminazione, della lunghezza del giorno e della notte, dipingerò più tardi!

Questa proprietà del fitocromo fornisce il monitoraggio dell'ora del giorno (mattina e sera), controllando la periodicità dell'attività della pianta. Inoltre, la luce-tolleranza o tolleranza all'ombra di una pianta dipende anche dalle caratteristiche dei suoi fitocromi. A causa di ciò che è difficile creare una lampada universale per tutte le piante.

Il fitocromo, a differenza della clorofilla, non è solo nelle foglie, ma anche nel seme. La partecipazione del fitocromo nel processo di germinazione dei semi per alcune specie di piante è la seguente: la luce rossa stimola la germinazione dei semi e il rosso lontano sopprime. È possibile che questo è il motivo per cui i semi germinano di notte. Anche se questo non è un modello per tutte le piante. Ma, in ogni caso, la luce rossa è più utile perché stimola e la luce rossa lontana sopprime l'attività dei processi vitali della pianta.

Ottenuto sperimentalmente che il rosso dovrebbe essere più. Le proporzioni sono diverse per le diverse piante. Si scopre che se i pomodori sono buoni con una grande quantità di rosso, allora i cetrioli iniziano a morire o ad aumentare notevolmente le foglie.

Gli adenium sono piante che, nelle aree di crescita native, ricevono il massimo dello spettro rosso. In Africa e nei paesi arabi, albe e tramonti non durano a lungo, il sole tramonta e sorge rapidamente e ci sono pochissimi giorni nuvolosi lì. E questo significa poca luce blu.
Da diversi esperimenti, siamo giunti alla conclusione che le proporzioni dei LED rossi e blu sono approssimativamente di 1x: 2 rosso per la fase di vegetazione attiva e
nella fase di maturazione dei frutti delle piante amanti della luce, questo rapporto aumenta a 1: 8

È anche necessario prendere in considerazione le condizioni in cui si trovano le piante, se la luce naturale cadrà su di loro o meno, se cadono dentro, allora soprattutto cosa? Se le piante sono nella scatola in crescita o, per esempio, nel seminterrato, alcune piante avranno bisogno di altri spettri, possono essere fornite se si installano dei LED bianchi, è possibile anche connettere l'ultravioletto, se le piante esotiche lo richiedono. Quasi tutte le piante possono crescere senza UV, ma, per dire, gli olii essenziali non sono tutti. Esempio: Dill. Senza luce ultravioletta, non è così fragrante.

Nelle serre, a volte vengono combinati due tipi di illuminazione artificiale: si tratta di lampade al sodio, in cui è presente molto spettro rosso e più LED. Dopotutto, installare vaste aree del numero richiesto di LED richiede grandi investimenti.

In numerosi rapporti e esperimenti, ci sono tali relazioni:
per la stagione di crescita da 1: 2 a 1: 4
per la maturazione dei frutti da 1: 4 a 1: 8
perché così tanto rosso?
Ma vale la pena considerare che nelle serre c'è anche la luce naturale, che compensa il necessario equilibrio.
Per la coltivazione in serra, di solito usato 1: 2 - 1: 4, a seconda delle piante.
Ho anche visto come le piante madri vengono coltivate praticamente sotto uno spettro blu, apparentemente per l'ulteriore produzione di cloni e il loro radicamento.
La combinazione di spettri influisce anche sulla manifestazione delle caratteristiche sessuali delle piante. Nella cannabis, l'aspetto delle piante femminili aumenta drammaticamente se lo spettro blu prevale durante le prime settimane di crescita.
Per gli adeni, raccomanderei il rapporto tra il blu e il rosso, con una lunghezza d'onda di 660 nm e blu 440-445 nm, da 1: 3 a 1: 4, se li cresci non nella growbox, puoi aggiungere un po 'di bianco. Se aggiungi verde, per gli occhi la luce sarà bianca o quasi bianca, a seconda della quantità, ma per le piante rimarrà inosservata.

Scelta di potere
Dipende anche dalla posizione e dalle condizioni, così come dalla cultura che crescerà.
Puoi condizionare le piante in modo condizionale amando la luce, amando la luce e fruttificando e non esigendo.
fruttificante che ama la luce, come pomodori o fragole. Hanno bisogno di molta luce e più c'è, maggiore è la resa.
Non esigente, questa è un'insalata, piante tropicali, molte piante da interno. Bene, solo amanti della luce, con questo chiaro.

Che potere è necessario?
Dall'esperienza personale e dalle osservazioni degli altri, ho concluso:

Per le serre:
non impegnativo 10-40 watt per m2
piante che amano la luce 20-60 W per m2
50 W di frutta per m2 e più, possono essere aumentati più volte.
Solitamente utilizzato nelle serre per resistere alla durata della giornata, in modo che non meno di 12/12, giorno / notte, durante il giorno, i raggi x aumentano la crescita e accelera la maturazione, oltre ad aggiungere uno spettro rosso, che è molto piccolo nelle giornate autunnali e primaverili.

Senza luce naturale:
non richiede 40-80 watt per m2
piante che amano la luce 50-100 W per m2
fruttificando 150 watt per metro quadrato o più.

Devi sapere che più la lampada è alta, meno luce e con una distanza di 2 volte, la luce sarà meno di quattro volte. Qui è una dipendenza quadratica.

Ci sono calcoli per lampade al sodio e fluorescenti in suite e lumen. Nel caso del calcolo con lampade a LED per impianti, è necessario prendere in considerazione molti componenti e di solito sono considerati solo in watt. Per dare i dati calcolati, è necessario spendere molti calcoli e misurare il dispositivo, è necessaria la stessa lampada. Dopo tutto, l'illuminazione di 5 LED bianchi sarà molto più alta di 5 rossa con una lunghezza d'onda di 660 nm. e il senso del bianco sarà molto meno!

Lux è un'unità di misura dell'illuminazione. Il lux è pari all'illuminamento della superficie di 1 mq. a un flusso luminoso da una sorgente in 1 lm.
In pratica, il valore di luce sulla superficie di lavoro, misurato in Lx (Lux) utilizzando un dispositivo speciale - luxmetro, è di primaria importanza.

Quali LED scegliere per gli impianti di illuminazione?
LED blu e rossi con lunghezze d'onda di 650-660 nm in rosso e 440-460 nm in blu. I picchi sono a 660nm e 445nm
Ciò non significa che a lunghezze d'onda di 630 nm e di 465 nm crescerà male, solo l'efficienza sarà leggermente inferiore. Quanto - non dirò.

La luce rossa non penetra bene attraverso gli strati del fogliame, il blu è migliore.
I LED possono essere posizionati molto vicino alla pianta, fino a 5 cm. Senza paura di cantare la pianta. Foglie fortemente teneri, tuttavia è meglio non avere più di 10 cm dalle foglie superiori. Quando si coltivano piante alte, è necessario pensare all'illuminazione laterale, poiché i livelli inferiori riceveranno meno luce.

http://stroykes.ru/electrical-appliances-and-lighting/kakoi-spektr-nuzhen-dlya-plodonosheniya-svetodiody-dlya-rastenii-spektr.html

Lampade per piante in crescita a casa

Condividi in social. reti:

Naturalmente, la luce naturale è accessibile a tutti, e non c'è bisogno di spendere soldi, ma, sfortunatamente, non è sempre sufficiente. Se le piante hanno poca luce (questo è spesso osservato durante il periodo invernale), allora è necessario ricorrere all'uso di fonti di luce aggiuntive. Lampade speciali per la coltivazione di piante in casa sono progettate in modo tale che le onde che emettono stimolano la crescita e creano buone condizioni per la fotosintesi. Considerare quale dispositivo è meglio scegliere per la coltivazione efficace di verdure a casa.

Che tipo di illuminazione è necessaria per le piante in crescita?

La luce artificiale per la crescita delle piante in casa dovrebbe emettere uno spettro di radiazioni elettromagnetiche simile a quello ricevuto dalle piante in ambienti naturali. Se la somiglianza completa è difficile da raggiungere, l'illuminazione dovrebbe coprire almeno i requisiti minimi.

Per garantire le condizioni più confortevoli per la crescita e lo sviluppo, vengono selezionate lampade speciali con effetti diversi. Qualsiasi scelta particolare dovrebbe dipendere dal tipo di pianta che verrà coltivata in quale fase di sviluppo si tratta.

È importante! Nel processo di utilizzo di sorgenti luminose artificiali è estremamente importante fornire illuminazione di assimilazione, necessaria per la crescita delle piante. Se le lampade per questo scopo sono inefficienti, allora per la maggior parte produrranno solo calore.

Ad oggi, è possibile utilizzare diversi schemi di utilizzo dell'illuminazione artificiale:

  • Per aumentare l'intensità della fotosintesi, la luce artificiale viene utilizzata come aggiunta al naturale.
  • Schema periodico: viene collegata una luce aggiuntiva per poter controllare la durata del periodo di illuminazione durante il giorno.
  • Sostituzione completa della luce naturale, che consente di controllare completamente il processo di crescita e sviluppo delle piante.

È importante! Vale la pena notare che la sostituzione completa della luce naturale può essere utilizzata esclusivamente in ambienti climatizzati. Solo con l'osservanza dell'equilibrio si può garantire il tasso ottimale di sviluppo delle piante.

Consigli utili

Quando si decide di utilizzare le lampade per la coltivazione di piante a casa, è necessario seguire alcune linee guida:

  • Di norma, più la lampada è vicina alla ripresa stessa, maggiore è il beneficio che ne deriva, tuttavia vale la pena di comportarsi con molta attenzione al fine di evitare un'eccessiva generazione di calore.
  • Se la fonte di luce si trova a circa 20 cm dai fiori, l'effetto si ottiene solitamente distribuendo circa 70 watt per metro quadrato di terreno.
  • Quando la giornata naturale inizia ad accorciarsi (in inverno), dovrebbe essere allungata artificialmente, almeno per 2 ore.
  • La luce dovrebbe essere diretta direttamente alla pianta stessa.
al contenuto ↑

Quali sono le lampade migliori da scegliere?

Quando si crea l'illuminazione per le piante, c'è una domanda sulle lampade per le piante: come scegliere? Oggi esistono molti dispositivi diversi per la creazione di luce artificiale, ma non tutti sono adatti per la coltivazione di piante. Diamo un'occhiata ai tipi più comuni di lampade, che consentono di garantire la crescita attiva e lo sviluppo della fauna in casa.

Lampade a LED

Grazie agli ultimi sviluppi, le sorgenti LED sono diventate disponibili e possono servire i loro proprietari per molto tempo. La scelta di molti cade su questa opzione a causa dei seguenti vantaggi:

  • Bassa generazione di calore
  • Bassa potenza
  • Il loro uso consente di ridurre l'intensità dell'evaporazione dell'umidità, il che significa che i periodi tra l'irrigazione aumentano.
  • In un apparecchio di illuminazione è possibile combinare più colori contemporaneamente, il che significa che può sovrapporsi a più siti fitoattivi contemporaneamente.

È importante! È facile fabbricare una lampada con tali sorgenti luminose, ma non sarà possibile acquistare un dispositivo potente, perché ci sono ancora difficoltà nella produzione di massa.

Risparmio energetico (ECL)

La struttura di questa lampadina è molto comoda: ha una strozzatura incorporata, il che significa che tutto ciò che serve è semplicemente avvitarlo nella cartuccia. ECL si distinguono per il tipo di bagliore:

  • Spettro freddo (per accelerare la crescita delle piantine).
  • Spettro caldo (effetto positivo sulla fase di fioritura).
  • Spettro quotidiano.

È importante! È quest'ultima opzione che si consiglia di utilizzare come fonte indipendente di illuminazione artificiale per le piante.

I principali vantaggi di tali lampade sono il basso consumo energetico e una lunga durata (in media fino a 15 mila ore). Tali vantaggi hanno anche un'espressione tangibile: una lampada di questo tipo durerà a lungo, il che può ridurre il costo di acquisto di nuove lampade.

fluorescente

Il principale vantaggio di questo tipo di lampade è che non si riscaldano, rispettivamente - queste fonti luminose non influenzano la temperatura dell'aria, che è molto importante nel processo di crescita delle piante.

È importante! Quando si sceglie una lampada per la coltivazione di piante in casa, è preferibile dare la preferenza a quelle varietà di sorgenti luminose fluorescenti in cui ci sono raggi blu - sono necessari per una sintesi più efficiente.

Le versioni standard di Fluora per unità di energia elettrica producono 2 volte più energia luminosa rispetto alle lampade a incandescenza tradizionali e possono funzionare fino a 20 mila ore senza interruzioni.

È importante! Vale la pena notare costi e lunga vita. Tuttavia, le lampade a spettro freddo più economiche saranno meno efficaci per le piante in crescita.

acquario

Per coltivare le piante in un acquario, sono necessarie anche lampade speciali per l'illuminazione artificiale. Esistono due tipi principali di tali dispositivi:

  • Le lampade nella parte blu dello spettro Actinico possono produrre radiazioni che penetrano bene attraverso la colonna d'acqua. Ecco perché queste lampade sono desiderabili da installare per acquari di grandi dimensioni.
  • Sorgenti luminose a spettro completo. La luce che emettono è il più vicino possibile alla luce del giorno. Ecco perché è desiderabile installarli in quegli acquari in cui non è possibile fornire luce dalla finestra.

sodio

Di regola, tali lampade sono utilizzate in periodi successivi di crescita (nella fase riproduttiva). Lampade di questo tipo hanno un effetto positivo sulla formazione di fiori e frutti, accelerandola. Se li usi per le piante giovani, cresceranno più velocemente, ma saranno più diffuse.

È importante! In alcuni casi, a causa della natura della cura, la pianta può apparire visibilmente pallida e malsana.

Questo tipo di sorgente luminosa ha un'elevata efficienza luminosa e una lunga durata. Sono spesso usati come luce frammentaria per le serre, quando la maggior parte della luce può provenire da fonti naturali.

Ioduri metallici

Questa sorgente luminosa ha un'elevata efficienza e si avvicina di circa l'80% alla luce naturale. Queste lampade sono universali, in quanto gli ingegneri possono modificare le principali caratteristiche del flusso luminoso, rendendole il più idonea possibile per uno scopo specifico.

È importante! Questa tecnologia ha un attributo molto importante: la luce bianca, che fornisce la vicinanza più precisa alla luce solare.

Se questo tipo di lampada viene utilizzato per le piante di illuminazione, allora crescerà più basso e più compatto. Il loro aspetto non è molto diverso da quelli che sono cresciuti per la strada.

È importante! Durata utile: circa 20 mila ore.

ultravioletto

La maggior parte delle radiazioni UV ha un effetto negativo sulla crescita delle piante. Solo utili saranno:

  • Rosso: promuove la germinazione dei semi.
  • Blu: aiuta la divisione cellulare.
  • Viola: si consiglia di utilizzare in piccole quantità.

È importante! I comuni tipi di lampade battericide che emettono questo ultravioletto non sono adatte alla crescita delle piante, così come le lampade abbronzanti e gli apparecchi di colore nero (a volte questi ultimi sono usati per irradiare il prezzemolo e l'aneto per migliorare il gusto). La luce è uno dei fattori più importanti per la crescita e lo sviluppo delle piante.

Consigli utili per la scelta

Per scegliere la lampada giusta per gli impianti di illuminazione di casa, è opportuno conoscere alcune delle sfumature:

  • I raggi gialli rallentano la crescita degli steli, quindi un picco nella parte gialla dello spettro è appropriato per piante acquatiche e staminali (alcune palme, piante di gomma, dracaena).
  • Piante che amano la luce, per esempio, cactus, è desiderabile evidenziare la combinazione di luce dal "giorno", "caldo" e fitolamp.
  • Il colore rosso (viola-rosa) dei fitolamps può stancare la retina dell'occhio, quindi è consigliabile accenderli di notte o quando non ci sono persone nella stanza.
  • La scelta dell'illuminazione in inverno dipenderà dalle caratteristiche di temperatura delle piante. Così, le piante amanti del calore svernano con piccole diminuzioni di temperatura e luce. Quando la temperatura in inverno è inferiore a 10 gradi sul davanzale illuminato, non è necessaria alcuna illuminazione aggiuntiva.
  • Le piante hanno la proprietà del fototropismo, una reazione alla luce direzionale. L'illuminazione artificiale dovrebbe cadere su piante simili al giorno, vale a dire dall'alto. In questo caso, i colori non dovranno spendere energia extra per girare le foglie al fine di ottenere la massima quantità di luce.
al contenuto ↑

http://serviceyard.net/sovetyi/lampyi-dlya-vyirashhivaniya-rasteniy-v-domashnih-usloviyah.html

Pubblicazioni Di Fiori Perenni